ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01312019-185218


Thesis type
Tesi di dottorato di ricerca
Author
MARTINO, PIERLUIGI
URN
etd-01312019-185218
Title
La valutazione della ricerca nelle discipline economico-aziendali: analisi bibliometrica o peer review?
Settore scientifico disciplinare
SECS-P/07
Corso di studi
ECONOMIA AZIENDALE E MANAGEMENT
Commissione
tutor Prof. Marchi, Luciano
Parole chiave
  • valutazione della ricerca
  • discipline economico-aziendali
  • analisi bibliometrica
  • peer review
  • informed peer review
Data inizio appello
07/02/2019;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
La crescente spinta verso l’utilizzo dell’analisi bibliometrica nell’ambito degli esercizi nazionali di valutazione della ricerca scientifica di numerosi Paesi, ha portato all’attuale dibattito sul tema della valutazione della ricerca. In particolare in Italia, tale problematica ha attirato l’attenzione di numerosi studiosi a seguito della riforma dell’Università del 2010, dove gli indicatori bibliometrici sono stati adottati sia ai fini della valutazione della ricerca prodotta dalle strutture, sia ai fini del reclutamento del personale docente, generando non poche perplessità. Nello specifico, si è assistito all’introduzione di strumenti mal disegnati e non sperimentati in discipline come quelle economico-aziendali, ignorando completamente il dibattito internazionale in materia, dove l’utilizzo degli indicatori bibliometrici in tali discipline è stato fortemente criticato. Di conseguenza, negli ultimi anni anche nella letteratura accademica italiana è cresciuto il numero dei contributi che ha affrontato il tema della valutazione della ricerca in generale (Baccini, 2010; Rebora & Turri, 2010) e, più nello specifico, la questione dell’utilizzo degli indicatori bibliometrici per la valutazione periodica della ricerca nelle cosiddette aree non bibliometriche, tra cui le discipline economico-aziendali (Marchi, Marasca, & Giuliani, 2013; Paolini & Quagli, 2013; Greco, 2014; Rusconi, 2014; Giuliani & Marasca, 2015), contribuendo così al dibattito sul tema e suscitando numerose riflessioni.
Obiettivo della presente tesi di dottorato è proporre delle riflessioni critiche sugli attuali criteri di valutazione della ricerca scientifica (analisi bibliometrica e peer review) utilizzati nell’ambito delle discipline economico-aziendali, al fine di avanzare delle proposte che stimolino ulteriormente il dibattito e le ricerche sul tema, e che siano di interesse per gli organi di governo delle Università nella definizione degli esercizi nazionali di valutazione della qualità della ricerca scientifica. In aggiunta alla scelta dei criteri valutativi, vengono inoltre avanzate delle proposte in merito all’oggetto della valutazione (qualità e impatto), la cui definizione è necessaria ai fini della selezione del criterio valutativo più adeguato.
Nel perseguire tali obiettivi, il presente contributo è strutturato come di seguito. Nel primo capitolo, viene affrontato a livello generale il tema della valutazione della ricerca con l’obiettivo di delinearne gli aspetti più importanti, in particolar modo in riferimento all’oggetto della valutazione. In particolare, nell’ultimo paragrafo vengono proposte alcune riflessioni in merito alla definizione dell’oggetto della valutazione nelle discipline economico-aziendali. Nel secondo e terzo capitolo vengono trattati in maniera approfondita i due principali criteri di valutazione della ricerca: l’analisi bibliometrica e la revisione dei pari. Nello specifico, vengono messe in risalto le caratteristiche principali di entrambe le metodologie, i vantaggi che offrono e i rispettivi limiti evidenziati in letteratura. Nel quarto capitolo, viene effettuata una comparazione tra il sistema nazionale di Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR) attuato in Italia con il sistema di valutazione adottato nel Regno Unito – Research Excellence Framenwork (REF), il cui elevato livello di qualità del processo di valutazione è ampiamente riconosciuto, con l’obiettivo di individuare le modalità di implementazione dell’analisi bibliometrica e della peer review nell’ambito delle discipline economico-aziendali. Dopo aver discusso i punti chiave dei due sistemi, nell’ultimo paragrafo vengono avanzate alcune proposte in merito alla definizione dell’oggetto della valutazione e alla scelta dei criteri valutativi (analisi bibliometrica o peer review) più adeguati nell’ambito delle discipline economico-aziendali.
Il contributo di tale ricerca è duplice. Da un lato, tale studio si posiziona all’interno del dibattito nella letteratura accademica, sia nazionale che internazionale, sul tema della valutazione della ricerca scientifica nelle discipline economico-aziendali, rispondendo ad alcune questioni sollevate da precedenti studi (Marchi, Marasca, & Giuliani, 2013; Paolini & Quagli, 2013; Rusconi, 2014; Giuliani & Marasca, 2015) in particolar modo in merito ai criteri adottati per la valutazione (analisi bibliometrica e peer review). Nello specifico, l’obiettivo è quello di avanzare delle proposte che stimolino ulteriormente il dibattito e le ricerche sul tema. Dall’altro lato, il presente studio ha l’obiettivo di offrire un contributo pratico fornendo, ai vari enti e/o agenzie responsabili della valutazione della ricerca, dei suggerimenti e delle indicazioni in merito alla definizione dell’oggetto della valutazione e alla scelta dei criteri valutativi nell’ambito degli esercizi nazionali di valutazione della ricerca, che siano utili al fine di definire un sistema di valutazione in grado di cogliere quelle che sono le peculiarità delle discipline economico-aziendali. In particolare, la presente tesi sottolinea la necessità di introdurre la dimensione “impatto esterno” della ricerca all’interno del calcolo del profilo complessivo di qualità, e suggerisce l’utilizzo dell’informed peer review come criterio valutativo più adatto a cogliere le peculiarità delle discipline economico-aziendali.
File