ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01302019-100437


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MARIOTTINI, FRANCESCO
email address
kekko.x10@hotmail.it
URN
etd-01302019-100437
Title
Valutazione della presenza di Prototheca spp. e lieviti nel latte di vacche sane ed affette da mastite
Struttura
SCIENZE VETERINARIE
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Dott.ssa Bonelli, Francesca
correlatore Prof.ssa Mancianti, Francesca
controrelatore Prof.ssa Sgorbini, Micaela
Parole chiave
  • Milk
  • Bovine Mastitis
  • Prototheca
  • Yeast
  • Dairy Cows
  • Latte
  • Mastite bovina
  • Prototheca
  • Vacche da latte
  • Lieviti
Data inizio appello
22/02/2019;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
ABSTRACT
Bovine mastitis due to yeasts and to the algae of genus Prototheca is a serious and complex disease that accounts for high economic losses in the dairy industry. Mycotic mastitis occurs worldwide in tropical and temperate climatic areas and mostly appears in a therapy-resistant form. The aim of this work was to isolate Prototheca spp. and yeasts from milk samples collected by 100 cows in one Italian dairy herd, in the period between May 2016 and November 2017. Considering the visual aspect of milk, the presence of clinical signs of the udder, the general conditions of the animal and the results of California Mastitis Test, a total of 386 quarters were classified as healthy (H), affected by subclinical mastitis (SCM) or affected by clinical mastitis (CM). Milk samples, in order to isolate yeasts, were aseptically collected in sterile tubes, stored at 0-4°C and plated within 24 h on malt extract agar added with biphenyl 0.01%. Plates were incubated at 25°C and daily examined over a 21-day period. Yeasts identification was achieved on the basis of macro and microscopic features of colonies and by means of a technique of carbohydrate assimilation using commercial galleries (ID32C). The same collecting procedure was followed for Prototheca spp. Coltures from environment (litter, manure, water) were also examined. Yeasts prevalence was evaluated. A Chi-square test was applied for H and SCM+CM in relation to presence/absence of yeasts. Statistical significance was set at P<0.05. The H quarters were 31.6%, the SCM 36.5% and the CM 31.9%. Yeasts were isolated in 4.9% of H, 6.4% of SCM and 2.4% of CM quarters. The prevalence of fungi was: Candida curvata 11.1%, Candida famata 16.7%, Candida rugosa 5.6%, Candida catenulata 11.1%, Candida guilliermondii 5.6%, Candida sphaerica 5.6%, Rhodotorula spp. 27.8%, Saccharomyces cerevisiae 5.6%, Trichosporon cutaneum 5.6%, Cryptococcus laurentii 5.6%. In both milk samples and environmental specimens, Prototheca spp. was never isolated. Chi-square test was not statistically significant. Our results confirmed that fungal species, in particular those belonging to the genus Candida, can be present both in the milk collected from healthy quarters and in the quarters affected by subclinical/clinical mastitis. The lack of isolation of Prototheca spp. in the milk samples and in the environmental sources is probably due to the small size of the dairy herd and to the non-intense production cycles.

RIASSUNTO
La mastite bovina causata da lieviti ed alghe del genere Prototheca rappresenta una grave e complessa problematica in grado di provocare perdite economiche rilevanti nell’allevamento di vacche da latte. Le mastiti micotiche risultano diffuse a livello mondiale, in particolare nelle regioni tropicali e temperate e, nella maggior parte dei casi, si manifestano in una forma resistente alla terapia. Lo scopo di questo lavoro è stato quello di isolare i lieviti e Prototheca spp. da campioni di latte prelevati da 100 capi in un allevamento di vacche da latte, nel periodo compreso tra Maggio 2016 e Novembre 2017. Prendendo in esame l’aspetto visivo del latte, la presenza di segni clinici sulla mammella, le condizioni generali dell’animale e i risultati del California Mastitis Test sono stati classificati 386 quarti mammari come sani (H), affetti da mastite subclinica (SCM) o affetti da mastite clinica (CM). Per isolare i lieviti, sono stati raccolti campioni di latte in provette sterili, conservati a temperatura 0-4°C e quindi, nelle 24 ore successive, seminati su terreno agar malto addizionato con difenile allo 0.01%. Le colture sono state poi incubate a 25°C ed osservate giornalmente per un periodo di 21 giorni. L’identificazione dei lieviti è stata ottenuta sulla base delle caratteristiche delle colonie, usando la tecnica dell’assimilazione dei carboidrati in gallerie commerciali standardizzate (ID32C). La stessa procedura è stata utilizzata per l’isolamento di Prototheca spp. Analogamente sono stati seminati campioni ambientali (lettiera, letame, acqua) per valutare la presenza di Prototheca spp. È stato quindi applicato il test del chi-quadrato su tutti i campioni (H, SCM+CM) per determinare la presenza od assenza di lieviti, impostando P<0.05 come parametro di significatività statistica. I quarti mammari classificati come H sono risultati il 31.6%, quelli SCM il 36.5% ed i CM il 31.9%. Lieviti sono stati isolati nel 4.9% dei quarti H, nel 6.4% dei quarti SCM e nel 2.4% dei quarti CM. Le specie fungine isolate sono state le seguenti: Rhodotorula spp. 27.8%, Candida famata 16.7%, Candida curvata 11.1%, Candida catenulata 11.1%, Candida rugosa 5.6%, Candida guilliermondii 5.6%, Candida sphaerica 5.6%, Saccharomyces cerevisiae 5.6%, Trichosporon cutaneum 5.6%, Cryptococcus laurentii 5.6%. Non è stata riscontrata la presenza di Prototheca spp. sia nei campioni di latte, sia nei campioni ambientali valutati, ed il test chi-quadrato non ha dato risultati statisticamente significativi. I nostri risultati hanno dimostrato che le specie micotiche, ed in particolare quelle appartenenti al genere Candida, possono essere presenti sia nel latte prelevato da quarti H, sia in quello proveniente da quarti SCM o CM. L’assenza di Prototheca spp., sia nei campioni di latte che in quelli ambientali è probabilmente dovuta alle ridotte dimensioni dell’allevamento studiato ed ai cicli produttivi a cui erano sottoposti i capi.
File