ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01192016-113714


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MUREDDU, FRANCESCO
URN
etd-01192016-113714
Title
Principi e valori alla base della deontologia forense.
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof. Belloni, Ilario
Parole chiave
  • Deontologia forense
  • deontologia
  • avvocato
  • avvocati
  • giudici
Data inizio appello
22/02/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Tesi in deontologia forense, lo studio di questa materia è impostato in una prospettiva assiologica, non focalizzandosi, prettamente, sull’esegesi delle norme con l’esame analitico del diritto positivo, ma privilegiando un inquadramento di tipo sistematico-assiologico. <br>Il primo doveroso capitolo, sarà incentrato sull’inquadramento della materia e la ricerca della fonti normative, con una panoramica sulla genesi del codice deontologico nel nostro paese e gli importantissimi riferimenti sovranazionali, in seguito viene introdotto il discorso sui Diritti Fondamentali e di come questi siano importanti per gli avvocati nell&#39;esercizio della professione.<br>Successivamente verrà approfondito il tema sulle norme del codice deontologico, in particolare sulla loro natura, si cercherà poi di analizzare alcune fra le più importanti novità che il nuovo Codice Deontologico Forense ha posto, fra cui il tema sulla tipizzazione delle condotte.<br>Si parlerà poi di avvocato ed etica, in particolare di quelle “virtù” e di quei principi generali che sottendono allo svolgimento della professione forense, quali la competenza, l’indipendenza e la lealtà e riservatezza, e di come questi principi diano vita ad alcuni problemi etici che l’avvocato dovrà affrontare.<br>Nel quinto capitolo viene affrontato un tema delicatissimo, la tutela del minore, e di come il nostro codice deontologico abbia affrontato questa materia, infine nell&#39;ultimo capitolo ci dedicheremo alla deontologia dei magistrati, in chiave comparativa si analizzeranno i codici etici dei magistrati, la natura di queste norme deontologiche e infine del rapporto Magistrati-Avvocati, mettendo alla luce le differenza sostanziali, fra il ruolo del giudice e quello degli avvocati, e di come esse influiscano sulla disciplina etico-professionale di entrambi.<br>
File