ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01122017-213842


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
RAMPONI, DILETTA
URN
etd-01122017-213842
Title
L'Arte del Terrore: il pericoloso legame fra il terrorismo e il patrimonio culturale in Medio Oriente
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
STUDI INTERNAZIONALI
Supervisors
relatore Prof. Vernassa, Maurizio
Parole chiave
  • terrorismo
  • patrimonio culturale
  • traffico illecito di beni culturali
Data inizio appello
30/01/2017;
Consultabilità
Completa
Riassunto analitico
Il traffico illecito di beni culturali rappresenta da parecchi anni un problema su scala
globale, ma nel Medio Oriente, recentemente, esso ha intrecciato preoccupanti legami
con le organizzazioni terroristiche. Lo studio affrontato, infatti, si focalizza su come i
gruppi di matrice islamica, e in particolare l'Isis, si siano inseriti nella gestione di un
fenomeno già esistente nell'area e di come essi ne ricavino risorse finanziarie per le
proprie attività criminali, rappresentando una minaccia non solo per la sicurezza della
regione ma anche per quella internazionale.
L'analisi si è basata su saggi editi da centri di ricerca o istituzioni (come UNESCO e
ICOM), ma sono stati consultati anche report militari e inchieste giornalistiche, vista la
mancanza di dati certi per quanto riguarda le zone poste sotto controllo dell'Isis.
Per maggiore chiarezza nell'esposizione, lo studio è stato suddiviso in quattro capitoli
più un'appendice. Nel primo capitolo si presenta una breve introduzione storica del
fenomeno, e cioè dai saccheggi in età antica fino alle spoliazioni del periodo coloniale.
Nel secondo capitolo, invece, si descrive il funzionamento del contemporaneo traffico
illecito di beni e le sue connessioni con il crimine organizzato, con riferimento alla
situazione attuale dei paesi medio orientali. Il terzo capitolo analizza come l'Isis
gestisca, sia direttamente sia con strumenti indiretti, l'intero processo del traffico illecito
di antichità nei territori occupati. Infine, nell'ultimo capitolo si presentano gli strumenti
internazionali per contrastare il fenomeno e le iniziative intraprese dalla comunità
internazionale. Per concludere, nell'appendice si descrive brevemente il nucleo
Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale e il suo operato a protezione dei beni
culturali iracheni nella missione Antica Babilonia.
File