ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01102013-134035


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
RAGAGLINI, MARIO
URN
etd-01102013-134035
Title
Il controllo mentale dell'emozione primaria della mancanza di respiro: studio psicofisiologico in atleti apneisti d'elite
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
PSICOLOGIA CLINICA E DELLA SALUTE
Supervisors
relatore Prof. Gemignani, Angelo
Parole chiave
  • apnea
Data inizio appello
05/03/2013;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
05/03/2053
Riassunto analitico
ILo scopo principale di questo lavoro di tesi è quello di studiare il controllo mentale dell’emozione primaria legata alla fame d’aria in assenza di respiro in atleti apneisti d’elite.
Questo lavoro di tesi si suddivide in due parti:
a) revisione dei principali studi presenti in letteratura;
b) fase sperimentale di valutazione del controllo emotivo in condizioni di apnea protratta.
Gli apneisti d’elite al fine di prolungare il più possibile il tempo della loro performance sportiva, devono mettere in atto un fine controllo della respirazione ed in particolare dei meccanismi fisiologici legati alla risposta all’ipossia: il loro “training” prevede infatti un allenamento specifico atto ad antagonizzare alcuni stimoli endogeni, ed un allenamento mentale mirato al controllo emozionale della fame d’aria. Tra le strategie mentali alcune pratiche meditative hanno dimostrato la loro efficacia nel ridurre lo stress emozionale negativo durante l’immersione. Infatti, ad oggi numerose evidenze sperimentali dimostrano come il Pranayama (tecnica meditativa basata sul respiro) possa aumentare il tempo di apnea, migliorando il controllo del respiro e modulando positivamente l’elaborazione emozionale. In questa luce, non è affatto sorprendente come molti studi si siano focalizzati proprio sugli effetti fisiologici delle tecniche meditative a livello cardiorespiratorio.
La seconda parte di questo lavoro di tesi è dedicata ad uno studio sperimentale, il cui obiettivo principale è stato quello di studiare, in 14 apneisti d’elite, il ruolo dell’ipossia nella modulazione delle risposte cerebrali associate ad una stimolazione emozionale. Lo studio è stato effettuato mediante registrazione poligrafica (EEG a 32 canali, elettrocardiogramma e respirogramma) durante un classico paradigma di stimolazione emozionale tipo oddball al fine di valutare la risposta evento-correlata e la coerenza di fase fra i trials di stimolazione. Inoltre, è stata valutata anche l’attività EEG in condizioni di minima stimolazione sensoriale. L’elaborazione delle risposte EEG evento-correlate e dell’EEG di base è stata effettuata mediante MATLAB (EEG TOOLBOX).
File