ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-01102005-101045


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
Badalassi, Paolo
email address
badapaolo@libero.it
URN
etd-01102005-101045
Title
Controllo di alberi rotanti mediante smorzatori magnetoreologici
Struttura
INGEGNERIA
Corso di studi
INGEGNERIA INFORMATICA
Commissione
relatore Forte, Paola
relatore Zini, Giancarlo
relatore Carmignani, Costantino
relatore Frosini, Graziano
Parole chiave
  • elettroreologici
  • controllo semi-attivo
  • dinamica rotore
  • velocità critica
  • Bingham
  • fluido magnetoreologico
Data inizio appello
03/03/2005;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
03/03/2045
Riassunto analitico
Nel lavoro di tesi viene studiato il fenomeno di risonanza (velocit&amp;agrave critiche)<br>presente nella dinamica dei rotori e possibili tecniche per contenere gli effetti<br>di tale fenomeno.<br>Il rotore oggetto del lavoro di tesi consiste, in un albero con massa in mezzeria,<br>grano di sbilanciamento (tale da generare uno sbilanciamento statico)<br>e smorzatore con fluido magnetoreologico racchiuso al suo interno.<br>Come primo passo &amp;egrave necessario accennare la teoria della dinamica dei rotori<br>e i principi fondamentali che costituiscono il funzionamento di fluidi<br>magnetoreologici, perch&amp;egrave senza questi passi &amp;egrave impensabile procedere ad una<br>modellazione dinamica del sistema complessivo e alla realizzare di una logica<br>di controllo.<br>Si procede poi alla stesura e successiva implementazione del modello dinamico<br>del sistema complessivo Rotore Smorzatore.<br>Attraverso il modello dinamico &amp;egrave possibile analizzare il comportamento del<br>sistema (tramite simulazioni) con e senza la presenza del fluido magnetoreologico,<br>nelle zone di velocit&amp;agrave antecedenti alla velocit&amp;agrave critica, alla velocit&amp;agrave<br>critica e nella zona seguente la velocit&amp;agrave critica, individuando fenomeni di<br>risonanza (inflessioni teoricamente infinite del rotore) e di autocentramento.<br>Dalle simulazioni &amp;egrave emerso anche la presenza del fenomeno di Battimento.<br>Per quanto riguarda lo smorzatore e il fluido magnetoreologico &amp;egrave stato<br>costruito una serie di modelli dinamici che, rappresentano il comportamento<br>pi&amp;ugrave o meno approssimato di un materiale viscoelastico, fondamentale per studiare il comportamento dei fluidi magnetoreologici visiti secondo il modello<br>di Bingham.<br>Fino qui, &amp;egrave stato analizzato in modo ampio e dettagliato i fenomeni presenti<br>nella dinamica del rotore in questione, come secondo passo &amp;egrave stato<br>analizzato l’ effetto Smorzante dello smorzatore, al variare dei coefficienti<br>di rigidezza K e smorzamento C nei modelli dinamici (prevalentemente Serie<br>e Parallelo tramite il modello unico Polivalente Serie Parallelo) che sono<br>stati realizzati per modellare il comportamento del fluido magnetoreologico<br>soggetto a campo magnetico.<br>Per il momento &amp;egrave in corso la caratterizzazione del fluido magnetoreologico<br>che, a caratterizzazione terminata permetter`a di confrontare il comportamento<br>reale (del fluido) con i modelli dinamici sviluppati in questo lavoro<br>di tesi.<br>Dalle simulazioni &amp;egrave emerso che l’ impiego del modello meccanico serie (oltre<br>ad essere il modello che possiede la migliore corrispondenza con il modello<br>matematico di Bingham) come modello dinamico del fluido magnetoreologico,<br>porta ad una maggiore riduzione dei valori di picco e di regime del<br>raggio dell’ orbita di precessione rispetto agli altri modelli meccanici che<br>possono essere impiegati per descrivere il comportamento dinamico di un<br>fluido magnetoreologico (sempre agendo sui parametri K e C); per questo<br>quando sar`a completata la caratterizzazione del fluido magnetoreologico,<br>sar&amp;agrave possibile individuare il comportamento reale del fluido magnetoreologico<br>racchiuso all’ interno dello smorzatore e a quale modello meccanico<br>si avvicina, sperando che si avvicini al modello meccanico serie che da i<br>migliori risultati in termini di smorzamento.<br>Le simulazioni del modello dinamico Rotore-Smorzatore possono essere visualizzate<br>anche graficamente attraverso un ambiente di realt&amp;agrave virtuale.
File