logo SBA

ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-01082024-111124


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
MANTOVANI, GIANLUIGI
URN
etd-01082024-111124
Thesis title
Il giudizio di idoneità del modello organizzativo nella disciplina "231": aspetti problematici tra teoria e prassi
Department
GIURISPRUDENZA
Course of study
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Gargani, Alberto
Keywords
  • modello organizzativo
  • responsabilità degli enti
  • disciplina 231
  • giudizio di idoneità
  • idoneità del modello
  • mog
  • colpa di organizzazione
Graduation session start date
01/02/2024
Availability
Withheld
Release date
01/02/2094
Summary
La responsabilità da reato degli enti collettivi ha acquisito, negli ultimi anni, un ruolo di primo piano nel dibattito scientifico in materia penale. Il presente lavoro è dedicato all’analisi delle criticità del giudizio di idoneità del modello organizzativo: dopo aver passato in rassegna la più recente giurisprudenza sviluppatasi a seguito della sentenza della Cassazione ‘’Impregilo Bis’’, verranno messi a fuoco gli spazi di incertezza che residuano sul punto nella ‘’disciplina 231’’. In chiave comparata verranno analizzate le forme di responsabilità degli enti previste nell’ordinamento inglese e nell’ordinamento statunitense. Nell’ultimo capitolo della trattazione si darà spazio ad alcune proposte di riforma, volte ad incentivare gli enti ad adottare una virtuosa auto-organizzazione in via preventiva.

In recent years, the criminal liability of corporations has acquired a leading role in the scientific debate on criminal matters in Italy. This work is dedicated to the analysis of the critical issues of the judgment of suitability of compliance programs: after having reviewed the most recent jurisprudence developed following the ''Impregilo Bis'' ruling of the Supreme Court, the spaces of uncertainty that remain on this point will be highlighted in ''discipline 231''. From a comparative perspective, the forms of corporate liability envisaged in the English and US legal systems will be analysed. In the last chapter of the discussion, space will be given to some reform proposals, aimed at encouraging institutions to adopt virtuous self-organization in a preventive manner.
File