Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-10012015-082813


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
GUERRA, CRISTINA
URN
etd-10012015-082813
Titolo
"A composite man among mimic men". Tradurre l'ibridismo in "Moses Migrating" di Samuel Selvon
Struttura
FILOLOGIA, LETTERATURA E LINGUISTICA
Corso di studi
TRADUZIONE LETTERARIA E SAGGISTICA
Commissione
relatore Prof.ssa Rizzardi, Biancamaria
Parole chiave
  • traduzione
  • letteratura caraibica
  • migrazione
  • postcoloniale
  • ibridismo
Data inizio appello
09/11/2015;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
09/11/2018
Riassunto analitico
Nel presente elaborato si analizza l’opera dell’autore caraibico Samuel Selvon, con particolare attenzione, e traduzione di alcuni brani, del terzo romanzo della cosiddetta “trilogia”, ovvero Moses Migrating.
Nel primo capitolo si presenta un excursus sul contesto storico e sociale nel quale opera l’autore, sia in riferimento alla terra d’origine, ossia le West Indies e in particolare Trinidad, sia – e soprattutto – in riferimento alla terra ‘d’adozione’, la Gran Bretagna. A tal proposito ci concentreremo sulle difficili condizioni alle quali gli immigrati provenienti dalle ex colonie inglesi erano sottoposti e la letteratura che si è generata in conseguenza. In seguito focalizzeremo l’attenzione sull’autore Sam Selvon: partiremo da notizie biografiche e bibliografiche per poi analizzare più nel dettaglio la sua poetica, le sue idee tematiche ricorrenti e le caratteristiche della sua produzione, da un punto di vista contenutistico, espressivo e ideologico.
Nel secondo capitolo prenderemo in considerazione i tre romanzi che compongono la trilogia: The Lonely Londoners, Moses Ascending e ovviamente Moses Migrating. In questa sede ci dedicheremo in particolare alla figura del narratore come declinata nelle varie opere e all’apparato linguistico, particolarmente innovativo e interessante.
Il terzo capitolo sarà invece interamente dedicato a Moses Migrating, del quale forniremo un’analisi esaustiva, analisi che sarà però di tipo traduttologico, condotta già quindi avendo bene in chiaro il suo scopo. Verrà perciò individuata la dominante: l’incredibile ibridismo, che si dimostra sia sul piano dell’espressione che sul piano del contenuto, e che rappresenta tra l’altro un’enorme sfida dal punto di vista traduttivo. Dopodiché andremo a isolare le problematiche traduttive più rilevanti nell’opera, includendo per ognuna le strategie che sono state elaborate e seguite per risolverle. Infine inseriremo i brani tradotti con il testo fonte a fronte.
File