ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09302004-131029


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
Feri, Lorenzo
email address
lorenzoferi@hotmail.com
URN
etd-09302004-131029
Title
Analysis of a frame differential autocorrelation receiver for ultra-wideband signals (Analisi di un ricevitore differenziale per segnali ultra-wideband)
Struttura
INGEGNERIA
Corso di studi
INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI
Commissione
relatore Mengali, Umberto
relatore Prof. D'Amico, Antonio Alberto
relatore Ing. Janssen, Gerard J.M.
Parole chiave
  • single-user
  • singolo utente
  • multi-user
  • multi utente
  • MAI
  • interferenza
  • interference
  • canale AWGN
  • AWGN channel
  • uwb
  • differential receiver
  • ricevitore differenziale
Data inizio appello
21/10/2004;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
21/10/2044
Riassunto analitico
Questa tesi riguarda i sistemi a banda ultra larga (UWB) che rappresentano una tecnologia
promettente per le comunicazioni wireless. I sistemi UWB hanno una banda molto ampia
che garantisce caratteristiche favorevoli tra le quali grande robustezza contro il fading dovuto
al multipath e la possibilità di risoluzione temporale estremamente fine. Tuttavia alcuni
problemi legati alla modellizzazione del canale e al corretto dimensionamento del sistema di
trasmissione devono ancora essere risolti prima che la tecnologia UWB possa essere sfruttata a pieno. Più precisamente la tesi tratta lo studio di un ricevitore per segnali IR-UWB basato su ricevitore differenziale ad autocorrelazione (FD-ACR). Questo ricevitore è semplice da realizzare e rappresenta una interessante soluzione che consente di avere un giusto compromesso tra prestazioni e complessità. Una dettagliata analisi del sistema, nel caso di canale gaussiano, è fatta sia nel caso singolo-utente che nel caso multi-utente. Questo porta alla determinazione di un modello analitico per la variabile di decisione. In particolare viene proposto uno studio dettagliato dell’interferenza (dovuta alla presenza di altri utenti presenti nel sistema) e alcune soluzioni per contrastare tale effetto. I risultati delle simulazioni confermano la validità del modello. Infine viene proposto un confronto tra questo sistema e un altro simile (un ricevitore differenziale ad autocorrelazione che opera a livello di simbolo) nel caso singolo-utente.
File