Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-07262011-165340

Condividi questa tesi: 
 
 

Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica LC5
Autore
PALLA, SARA
URN
etd-07262011-165340
Titolo
Indagine ecografica surrenalica nel cane: monitoraggio dei soggetti in terapia con Trilostano
Settore scientifico disciplinare
MEDICINA VETERINARIA
Corso di studi
MEDICINA VETERINARIA
Commissione
relatore Prof. Simonetta Citi
correlatore Dott. Tommaso Mannucci
controrelatore Prof. Michele Corazza
Parole chiave
  • esame ecografico
  • trilostano
  • tumori surrenalici secernenti
  • iperadrenocorticismo ipofisi-dipendente
  • Sindrome di Cushing
  • ghiandole surrenali
  • cane
Data inizio appello
2011-09-23
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2051-09-23
Riassunto analitico
La Sindrome di Cushing è una tra le malattie endocrine più frequenti nel cane, caratterizzata da uno stato di ipercortisolemia persistente che induce la comparsa di sintomi tipici. Nell’85% dei casi, tale stato è dovuto alla presenza di un adenoma ipofisario, mentre nel restante 15% dei casi la malattia è dovuta ad una neoplasia secernente della corticale surrenalica. Oltre alla sintomatologia, agli esami di laboratorio aspecifici ed ai test endocrini specifici, l’ecografia è un altro esame di grande aiuto per la diagnosi di questa patologia ed offre la possibilità di differenziare un iperadrenocorticismo ipofisi-dipendente da uno surrenalico.
Nel presente studio abbiamo voluto valutare in cani con diagnosi di iperadrenocorticismo e trattati con trilostano, la correlazione tra i segni clinici e l’immagine ecografica addominale, con particolare riferimento alle ghiandole surrenali, mediante un controllo ecografico a 3 e 6 mesi dopo l’inizio della terapia. Partendo inizialmente da 69 casi di alterazione ecografica delle ghiandole surrenali, abbiamo reclutato 29 casi di sindrome di Cushing. Di questi, 11 sono stati sottoposti al monitoraggio ecografico, ed abbiamo osservato 7 casi di alterazione bilaterale e 4 casi di alterazione monolaterale, di cui 2 al surrene di destra con una lesione simil massa, e 2 al surrene di sinistra. In tutti i cani è stato riscontrato un miglioramento della sintomatologia, ma in nessuno di essi è stata riscontrata ecograficamente una diminuzione delle dimensioni dei surreni. Nella maggior parte dei casi abbiamo osservato un aumento delle dimensioni mentre in alcuni soggetti le dimensioni delle ghiandole sono rimaste costanti. In 10 casi l’aspetto ecografico del fegato non è cambiato dalla prima ecografia, mentre in un paziente è stato osservato mucocele della colecisti nei due controlli successivi.
File