ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06302014-155552


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
ANNONI, SAMUELE
URN
etd-06302014-155552
Title
Simulazione termofluidodinamica di una Clean Room
Struttura
INGEGNERIA CIVILE E INDUSTRIALE
Corso di studi
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Commissione
relatore Prof. Maganzi, Marco
relatore Ing. Agresta, Antonio
relatore Prof. Lombardi, Giovanni
Parole chiave
  • Simulazione termofluidodinamica
  • CFD
  • CAD 3D
Data inizio appello
16/07/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Oggetto del presente lavoro di Tesi è lo studio del comportamento termofluidodinamico di una Clean Room dello stabilimento Continental Automotive Italy SpA presso San Piero a Grado (Pisa).<br>Inizialmente è stato creato un modello CAD – 3D il più simile alla realtà tramite apposito software modellatore geometrico. Per creare tale modello è stato necessario fare delle semplificazioni delle geometrie di moduli operativi, nastri trasportatori, monitor per il controllo di produzione, i cui effetti sono stati descritti ed analizzati nella Tesi. <br>Il passo successivo è stato quello di validare il modello creato, confrontando i risultati provenienti dalla simulazione effettuata tramite tecniche CFD con i dati misurati direttamente all’interno della Clean Room.<br>In seguito è stato analizzato il comportamento del modello in varie situazioni ideali per valutare eventuali limiti che esso avrebbe in un’ipotetica fase di progettazione e per analizzare gli effetti che hanno le condizioni al contorno scelte e le semplificazioni fatte.<br>I risultati delle varie simulazioni sono stati infine analizzati per trovare un modo per sfruttare al meglio le fonti di condizionamento presenti, in ambito soprattutto di risparmio energetico, e per analizzare i flussi presenti nella stanza per migliorare eventualmente anche le condizioni di lavoro degli operatori all’interno.<br>Uno sviluppo futuro di questo lavoro sarà quello di provare ad analizzare l’impianto complessivo includendo nel modello esistente anche il controsoffitto e la Centrale di Trattamento Aria esterna e di riuscire a correlare i dati di velocità e temperatura ricavati in queste simulazioni ai parametri che influenzano la presenza di eventuali contaminanti e che influiscono sulla classificazione delle Clean Room secondo le norme ISO, riuscendo così a monitorare punti critici della camera bianca anche in seguito a cambiamenti di strutture e/o condizioni al contorno all’interno di essa.<br>
File