Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-06142010-140033


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica
Autore
ALVAREZ SUAREZ, ALEJANDRA
URN
etd-06142010-140033
Titolo
El Paso 1957-1960
Struttura
INTERFACOLTA'
Corso di studi
STORIA DELL'ARTE
Commissione
relatore Prof. Tosi, Alessandro
correlatore Dott. Patti, Mattia
controrelatore Prof.ssa Capitanio, Antonella
Parole chiave
  • arte contemporanea spagnola
  • informale
  • El Paso
Data inizio appello
01/07/2010;
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2050-07-01
Riassunto analitico
EL PASO è stato uno dei principali gruppi artistici dell'arte contemporanea spagnola. Il gruppo ha giocato un ruolo di primo ordine nell’aggiornamento artistico del Paese: il trionfo dell’arte Informale in Spagna, infatti, fu sancito in gran parte grazie a loro.

EL PASO nacque durante il Franchismo, con l'obiettivo di contribuire alla progressiva apertura del Paese ed al cambiamento della triste situazione dell'arte contemporanea spagnola, caratterizzata dalla renuenza alle avanguardie artistiche e dal predominio dell’arte accademica. Nei soli tre anni di vita di EL PASO (1957-1960), il ragruppamento madrileno tenne un’intensa e varia attività, tramite la quale favorì l’accettazione dell’astrazione informale in Spagna e contribuì a crearvi l’ambiente adatto per lo sviluppo artistico.

La scelta del linguaggio Informale fu motivata dalla presa di posizione avanguardista e dirompente di EL PASO, che intendeva fare un’arte contemporanemente spagnola ed universale. Adottando quindi una plastica coerente a quella che si faceva nel resto del mondo occidentale – e consone al tragico momento storico che caratterizzò quegli anni –, ma conferendole un carattere prettamente spagnolo, il gruppo EL PASO riuscì, inoltre, a far rientrare Spagna nel panorama dell’arte internazionale, catturando l’interesse dei più importanti musei e gallerie del mondo. Si diffuse, infatti, grazie principalmente alle iniziative del gruppo, dell’artista catalano Antoni Tàpies e di altri giovani artisti, quali lo scultore Eduardo Chillida, una sorta di moda mondiale della giovane arte spagnola, che dal definitivo esordio nella XXIX Biennale di Venezia, di 1958 – grazie anche alla vincente campagna di promozione intrapresa dal Governo franchista –, visse il periodo di maggiore successo internazionale.

Anche se l’Italia ebbe grande rilievo nella storia di EL PASO, paradossalmente, il raggruppamento artistico è ben poco conosciuto qui, perché il mercato e la critica italiana mostrarono maggior interesse per alcune individualità – in particolare per Rafael Canogar – e non per la totalità del gruppo. L’Italia, tuttavia, oltre ad essere stato lo scenario dell’esordio dei singoli componenti, ospitò l’ultima mostra della formazione, che si tenne presso la Galleria L’Attico di Roma. Non ci sono però pubblicazioni monografiche in italiano su EL PASO, fatta eccezione per il conciso catalogo pubblicato in occasione della suddetta mostra, con testo a cura di Enrico Crispolti. Il proposito di questa mia tesi di Laurea è quello di contribuire ad una migliore conoscenza in Italia di questo importante gruppo, uno dei più rilevanti della Storia dell’Arte Contemporanea spagnola, non solo per la qualità delle loro opere ma anche per il contributo fondamentale che essi seppero dare allo sviluppo artistico della Spagna.
File