Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-06132013-220136


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica
Autore
ANGELINI, LUIGI
URN
etd-06132013-220136
Titolo
IL PARADIGMA DELLE ORDINANZE EXTRA-ORDINEM, FONTI DEL DIRITTO O ATTI AMMINISTRATIVI?
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof. Fioritto, Alfredo
Parole chiave
  • contingibili
  • urgenti
  • extra
  • ordinem
  • civile
  • protezione
  • ordinanze
Data inizio appello
08/07/2013;
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2053-07-08
Riassunto analitico
L’elaborato ha come scopo quello di ricostruire la configurazione giuridica delle ordinanze extra ordinem, partendo dalla definizione del sistema delle fonti e dei principi che le regolano. Appaiono evidenti a tutti infatti, le interazioni che l’istituto in questione ha con il sistema normativo disegnato dall’ordinamento, le problematicità scaturenti dal confronto/scontro con il principio di legalità e con la riserva di legge. Il titolo è volutamente retorico e provocatorio, nessuno vuol mettere in discussione ciò che appare appurato ormai da una giurisprudenza consolidata di più di cinquant’anni. Anche se come emergerà meglio dalla lettura del lavoro non mancano posizioni dottrinarie che tenderebbero a rivedere tale posizione. La tesi proseguirà con l’analisi del rapporto che le ordinanze hanno con gli istituti dell’emergenza presenti nel catalogo costituzionale, in special modo con i decreti legge, passando dalla ricostruzione storica delle ordinanze extra-ordinem, comparse per la prima volta agli inizi dell’ottocento in Francia, dal loro “approdo” nel sistema ordinamentale italiano, dall’evoluzione che l’istituto ha avuto nello stato post-unitario e fascista, dalla discussione avuta dopo l’entrata in vigore della Costituzione sull’ammissibilità delle stesse all’interno del neo -ordinamento costituzionale, fino ad arrivare alla nascita del sistema di protezione civile e al definitivo innestamento del potere contingibile ed urgente all’interno di quest’ultimo. Nell’ultimo capitolo analizzerò approfonditamente l’evoluzione giurisprudenziale sulle ordinanze-extra-ordinem con la definizione dei presupposti e dei limiti necessari per la legittimità delle ordinanze stesse. Concluderò con una nuova lettura dottrinaria dell’istituto che lungi dal contraddire la giurisprudenza e le normative credo possa essere vista come complementare ed innovativa.
File