Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-06122008-004600


Tipo di tesi
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Autore
AGOSTINI, LUCA
URN
etd-06122008-004600
Titolo
Il Museo Archeologico di Rosignano Marittimo Storia di un progetto (1954- 1983)
Struttura
LETTERE E FILOSOFIA
Corso di studi
LETTERE
Commissione
Relatore Prof.ssa Massa, Morella
Relatore Dott.ssa Donati, Fulvia
Parole chiave
  • tutela
  • conservazione
  • memoria
  • reperti
Data inizio appello
03/07/2008;
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2048-07-03
Riassunto analitico
RIASSUNTO

Questo mio lavoro vuole analizzare la nascita e lo sviluppo del Museo Civico di Rosignano Marittimo, oggi esclusivamente archeologico.
Ho voluto comprendere quali presupposti hanno fatto sì che a Rosignano, in un periodo ben preciso della sua storia, si formasse in maniera condivisa da cittadini ed istituzioni, una passione per lo studio del passato, in particolar modo dell’archeologia, che a metà degli anni cinquanta ha portato alla creazione di un museo civico che si è sviluppato ed accresciuto fino ai giorni nostri.
Infatti fu proprio attorno al nucleo dei ritrovamenti archeologici, effettuati sul territorio per lo più nella prima metà del secolo scorso, che il museo iniziò la sua attività associando anche una sezione naturalistica (entomologia, malacologia, mineralogia) ed una storica archivistica.
Dapprima ho cercato di fare un rapido excursus sulla storia dei musei, soprattutto dall’Ottocento ad oggi, per inquadrare anche il tema della nascita dei Musei civici subito dopo l’unità d’Italia.
Quindi sono passato ad analizzare tutte le caratteristiche storiche, sociali e politiche che nel nostro territorio possono aver contribuito a creare le condizioni per la nascita di questa istituzione.
Infine ho raccontato e cercato di approfondire la nascita, lo sviluppo, il ruolo sul territorio del Museo Civico, in rapporto ai ritrovamenti archeologici, sporadici o programmati, alle politiche della Soprintendenza, ai diversi quadri normativi.
In questa mia ricerca mi sono avvalso di una bibliografia generale per l’inquadramento della materia, ma soprattutto di molto materiale storico e documentario di ambito locale a partire dalla fine del XIX secolo, di testimonianze dirette di coloro che hanno vissuto, anche da protagonisti, le fasi della nascita del Museo, degli atti ufficiali di Soprintendenza e Amministrazione Comunale, del materiale fotografico ritrovato in cassetti o archivi, degli articoli di cronaca locale dei giornali dell’epoca, dei carteggi privati, delle relazioni su scavi e ritrovamenti archeologici e di altri materiali che, tutti insieme, hanno contribuito a darmi un’idea su quanto accaduto.
File