ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06062013-202042


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
FROJO, CHIARA
URN
etd-06062013-202042
Title
Profili organizzativi della funzione di compliance nel sistema assicurativo italiano
Struttura
ECONOMIA E MANAGEMENT
Corso di studi
BANCA, BORSA E ASSICURAZIONI
Commissione
relatore Dott.ssa Cappiello, Antonella
Parole chiave
  • organizzazione
  • rischio di non conformità
  • imprese assicurative
  • regolamento ISVAP n.20
  • compliance
Data inizio appello
15/07/2013;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
15/07/2053
Riassunto analitico
Il presente lavoro tratta la funzione di compliance con specifico riferimento al settore assicurativo. L’esistenza all’interno dell’impresa di assicurazione di adeguati presidi organizzativi e procedurali che assicurano il rispetto delle norme si configura come un importante strumento proattivo di prevenzione, che consente non solo di circoscrivere e minimizzare i rischi legali e di reputazione, ma anche di garantire un’adeguata protezione degli assicurati. La funzione di compliance ha il compito di valutare che l’organizzazione e le procedure aziendali siano adeguate agli obiettivi di presidio del rischio di non conformità alla normativa vigente, obbligatoriamente istituita nell’ambito del sistema dei controlli interni dell’impresa. L’entrata in vigore di Solvency II aumenterà ulteriormente la già elevata attenzione dedicata al sistema dei controlli interni e di gestione del rischio per il settore assicurativo: la normativa nazionale e l’intervento dell’ISVAP hanno già indirizzato le imprese in questa direzione. Il Regolamento ISVAP n.20 del 26 marzo 2008, in materia di controlli interni, compliance, gestione dei rischi ed esternalizzazione delle attività delle imprese di assicurazione, anticipa tali tematiche prescrivendo alcune linee guida su come le funzioni di controllo interno debbano essere implementate e organizzate.
In particolare l’elaborato si sofferma sui principi sottostanti all’istituzione della funzione di compliance contenuti nel predetto Regolamento ISVAP, soffermandosi sugli strumenti e metodi per la conduzione operativa, le fasi fondamentali del processo di compliance, nonché i profili organizzativi, le possibili scelte dei modelli che le imprese di assicurazioni possono effettuare nella costituzione della funzione al loro interno; infine le modalità di interazione con altre funzioni e organi aziendali rilevanti. Per concludere si riporta il risultato di una ricerca condotta su alcuni principali gruppi assicurativi italiani con lo scopo di indagare le scelte in tema di compliance operate dai suddetti soggetti, per capire in che modo le compagnie di assicurazione si approcciano oggi alla conformità.
File