Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-05022018-120953


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
AVOLIO, ANTONIA
URN
etd-05022018-120953
Titolo
Valutazione dell’influenza di film di copertura a diversa trasmittanza della radiazione UV sulla qualità di frutti di pomodoro.
Struttura
SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AGRO-AMBIENTALI
Corso di studi
BIOSICUREZZA E QUALITA DEGLI ALIMENTI
Commissione
relatore Prof.ssa Ranieri, Annamaria
relatore Prof.ssa Castagna, Antonella
correlatore Dott. Guglielminetti, Lorenzo
Parole chiave
  • Radiazione UV
  • Pomodoro
  • Film plastici
  • UV-B
Data inizio appello
21/05/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
21/05/2021
Riassunto analitico
Le attese dei consumatori negli ultimi decenni, si sono sempre più focalizzate verso aspetti connessi con le proprietà nutrizionali e salutistiche dei prodotti alimentari dando sempre più importanza al concetto di qualità. Oggi la qualità di un alimento non è più valutata soltanto in base al suo contenuto in nutrienti (glucidi, lipidi e proteine), ma anche all’apporto di composti bioattivi ad azione antiossidante, quali, ad esempio, fenoli, carotenoidi e vitamine.
Le sostanze ad azione antiossidante presenti nei prodotti di origine vegetale, una volta assunte con la dieta, consentono di contrastare le specie attive dell’ossigeno, prodotte durante il normale metabolismo umano, il cui accumulo è considerato uno dei principali fattori alla base dell’insorgenza di patologie ampiamente diffuse (cancro, cataratta, arteriosclerosi, diabete, ecc.).
Tra gli alimenti ricchi in composti bioattivi, il pomodoro riveste un ruolo principale, essendo ricco di carotenoidi (licopene, β-carotene e luteina), flavonoidi e altri composti fenolici, che, per la loro struttura chimica, manifestano ottime proprietà antiossidanti.
Il contenuto di tali composti, all’interno del frutto di pomodoro, può variare in relazione a numerosi fattori ambientali, uno dei quali è rappresentato dalla luce. In particolare, la radiazione UV, pur essendo una componente minore dello spettro solare e ritenuta spesso un fattore di stress, a basse dosi è in grado di influenzare la crescita, la morfologia delle piante e la sintesi di numerosi composti nutraceutici nei vegetali e nei frutti.
La coltivazione sotto tunnel solitamente viene condotta utilizzando film di copertura additivati in modo da preservarne le proprietà meccaniche per più stagioni. Dal momento che gli additivi tendono a schermare in modo particolarmente rilevante la radiazione UV, la sintesi dei composti bioprotettivi potrebbe risultare notevolmente compromessa.
Scopo della tesi è stato pertanto quello di verificare se il contenuto di composti fenolici, flavonoidi, carotenoidi e l’attività antiossidante di frutti di pomodoro di tipo Salentino e Ciliegino differissero in funzione della coltivazione sotto film a diversa schermatura UV. In particolare, la sperimentazione ha utilizzato piante coltivate all’interno di tunnel rivestiti da tre diverse tipologie di film plastici: ADD-H (trasparente a tutte le lunghezze d’onda), ADD-H1 (schermante UV-A e UV-B) e ADD-H6 (con trasmittanza all’UV-B quasi nulla e parziale trasmittanza all’UV-A).
La capacità della radiazione UV di stimolare l’accumulo dei principali composti nutraceutici è stata valutata quantificando il contenuto in fenoli e flavonoidi totali mentre i carotenoidi, che rappresentano i composti caratterizzanti il frutto di pomodoro, sono stati studiati quantificando, mediate analisi HPLC, i principali composti: luteina, licopene e β-carotene. Infine, è stato determinato il potere antiossidante degli estratti fenolici mediante il test dell’ABTS.
Dall’analisi dei risultati è emerso che la trasmittanza alla radiazione UV influenza le proprietà nutraceutiche dei frutti di pomodoro, determinando variazioni nella concentrazione sia dei carotenoidi che dei composti fenolici. Tale effetto è risultato essere genotipo-dipendente, come evidenziato dal diverso comportamento esibito dai frutti di tipo Salentino e di tipo Ciliegino.
File