Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-03262018-151815


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
AMADORI, MARTA
URN
etd-03262018-151815
Titolo
La valutazione dei Lost Profits Damages: Analisi di un caso studio
Struttura
ECONOMIA E MANAGEMENT
Corso di studi
BANCA, FINANZA AZIENDALE E MERCATI FINANZIARI
Commissione
relatore Prof. Gonnella, Enrico
Parole chiave
  • Lost Profits
  • Economic Damages
Data inizio appello
03/05/2018;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Nell’ambito della valutazione di un business, un aspetto di particolare rilievo è rappresentato dall’analisi dei danni economici che un’impresa subisce a seguito del comportamento lesivo di un secondo soggetto.
Tale analisi comporta la stima, da parte dell’esperto di valutazione, della cosiddetta perdita economica, che si configura nella maggior parte dei casi nella quantificazione delle perdite di profitto.
Il fulcro della suddetta analisi si riassume, essenzialmente, in una sola domanda: “qual è l’ammontare dei profitti che un’impresa avrebbe potuto realizzare se non si fosse verificato l’evento avverso?”.
Si tratta di un ambito di valutazione particolarmente complesso, che unisce il campo economico-finanziario al campo giuridico e che, richiede delle competenze e delle conoscenze approfondite in entrambi i settori, competenze che nella maggior parte dei casi il professionista non possiede.
L’obbiettivo di questo lavoro è quello di fornire al lettore una panoramica completa dell’Economic Loss Analysis, cercando di creare un connubio tra l’aspetto economico e l’aspetto giuridico, fondamentale per una corretta valutazione di stima dei danni economici.
Nella prima parte della tesi, dopo una breve discussione delle competenze che un professionista deve possedere nonché dei principi giuridici fondamentali affinché si possa procedere alla quantificazione della perdita economica, verranno discusse le tipologie dei casi più frequenti (violazione della proprietà intellettuale, violazione degli accordi contrattuali, ecc.) che possono dare origine alla quantificazione e al recupero dei danni economici in capo all’impresa oggetto di valutazione.
Inoltre al fine di avere una visione più chiara e concisa dell’argomento in questione, una parte del lavoro sarà dedicata alla revisione della letteratura.
Nella seconda parte della tesi, verrà esposto e analizzato il quadro metodologico per la stima delle perdite economiche: verranno discusse nel dettaglio le varie metodologie di calcolo previste, dalle metodologie tradizionali, sia per un business consolidato che per un’attività di nuova costituzione, alle metodologie più complesse.
Inoltre, verrà affrontato uno dei temi principali che sussiste quando si parla della stima della perdita economica, la differenza tra: la perdita di profitto e la perdita di valore.
Infine nell’ultima parte del suddetto lavoro verrà esaminato un caso studio reale, relativo alla valutazione delle perdite di profitto a seguito della violazione della proprietà intellettuale del marchio.
File