Sistema ETD

Archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-02222016-220821


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale
Autore
GHILONI, ELENA
URN
etd-02222016-220821
Titolo
Il definitivo superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari: riforma vera o fittizia?
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
SOCIOLOGIA E POLITICHE SOCIALI
Commissione
relatore Prof. Borghini, Andrea
Parole chiave
  • Istituzionalizzazione
Data inizio appello
14/03/2016;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
In questa tesi è stato affrontato il tema del definitivo superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, ossia gli Istituti penitenziari che ospitano soggetti a cui è stata applicata una misura di sicurezza, in luogo della pena, in quanto autori di un reato per i quali non sono ritenuti imputabili per vizio parziale o totale di mente e ritenuti pericolosi socialmente.
E’ stata analizzato il percorso normativo che ha portato a decretare per legge la chiusura di questi Istituti, al centro di molte critiche a seguito delle ispezioni della Commissione parlamentare di inchiesta sull’efficienza e sull’efficacia del Servizio Sanitario Nazionale presieduta dall’On. Ignazio Marino, sintetizzate e diffuse in un video voluto sconvolgente presentato al Parlamento.
La legge ha stabilito che gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, dal 01 aprile 2015, sono sostituiti dalle Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza, strutture in carico ai Dipartimenti di Salute Mentale a totale gestione sanitaria, che ogni Regione si deve impegnare a garantire a partire da tale data.
Al 04 febbraio 2016, gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari non sono ancora chiusi e le persone internate sono 164.
Verranno esaminati i progetti regionali e, nello specifico, quello della Regione Toscana e del relativo sistema di gestione delle misure di sicurezza.
La seconda parte della tesi propone un’indagine diretta all’interno dell’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Montelupo Fiorentino tramite la somministrazione di questionari agli attori di questo processo: gli internati, gli operatori sanitari (infermieri, terapisti della riabilitazione psichiatrici, medici, psichiatri, dirigenti) e penitenziari (Direttore, Comandante, Agenti di sezione e funzionari giuridico pedagogici) di questa struttura.
Sono stati inoltre intervistati i referenti istituzionali: il Garante dei diritti dei detenuti della Regione Toscana, un funzionario della Regione Toscana, un dirigente del Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria toscano, il Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Firenze.
Nelle conclusioni dell’elaborato, saranno valutati gli obiettivi raggiunti fino ad oggi e le criticità ancora presenti, nel tentativo di rispondere alla domanda da cui parte la presente indagine, ossia se quella del definitivo superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari sia una riforma vera o fittizia.
File