Sistema ETD

banca dati delle tesi e dissertazioni accademiche elettroniche

 

Tesi etd-02062011-195955


Tipo di tesi
Tesi di laurea specialistica
Autore
ARCANGELI, REBECCA
URN
etd-02062011-195955
Titolo
La gestione della variabile ambientale nel settore chimico: il caso Altair Chimica S.p.A.
Struttura
ECONOMIA
Corso di studi
MANAGEMENT & CONTROLLO
Commissione
relatore Prof. Tarabella, Angela
Parole chiave
  • ambiente
  • settore chimico
Data inizio appello
28/02/2011;
Disponibilità
parziale
Data di rilascio
2051-02-28
Riassunto analitico
Il presente lavoro si pone l’obiettivo di analizzare il settore chimico e gli strumenti da questo utilizzati per gestire la variabile ambientale.
Nel primo capitolo viene tracciato un quadro generale del settore e dell’attuale scenario economico. Negli ultimi anni l’industria chimica italiana ha infatti sofferto le conseguenze della crisi economica e finanziaria generatasi a livello globale; i dati del bilancio ambientale dell’industria chimica nel 2009 mostrano però che la crisi non ha intaccato l’impegno ad investire risorse finanziarie ed umane a favore dello sviluppo sostenibile.
In seguito sono descritte le principali tendenze del processo di internazionalizzazione dell’industria chimica ed il ruolo dei nuovi Paesi emergenti, i primi a rialzarsi dalla crisi.
Il secondo capitolo delinea la struttura del settore, si sono pertanto approfonditi i seguenti comparti: la chimica di base, la chimica fine, la chimica per il consumo, la farmaceutica ed il settore più moderno, quello delle Life Sciences.
Il terzo capitolo fornisce un quadro sulla normativa ambientale, in particolare riguardo alla norma ISO 14001 ed al Regolamento EMAS.
Sono stati poi esaminati anche gli strumenti appartenenti allo specifico settore oggetto di studio: il Programma Responsible Care, promosso da Federchimica, un'iniziativa globale lanciata per ottenere un miglioramento continuo in termini di sicurezza, salute e tutela ambientale ed il Regolamento REACH per la Registrazione, Valutazione ed Autorizzazione delle sostanze chimiche, in vigore ormai da qualche anno.
Successivamente si è approfondito la nuova branca della chimica, la Green Chemistry ed i settori in cui può essere utilizzata una chimica cosiddetta più pulita.
Nel quarto capitolo si è terminato la trattazione affrontando il caso Altair Chimica S.p.A., i suoi aspetti ambientali più significativi e gli interventi attuati per ridurre l’impatto ambientale provocato dallo stabilimento.
File