ETD

archivio digitale delle tesi discusse presso l'Università di Pisa

 

Tesi etd-01072019-224239


Tipo di tesi
Tesi di laurea magistrale LM6
Autore
GIOE', MATTEO
URN
etd-01072019-224239
Titolo
Analisi dell'utilizzo dei farmaci biosimilari in una coorte monocentrica di pazienti affetti da artrite reumatoide
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof.ssa Mosca, Marta
Parole chiave
  • reumatoide
  • farmaci
  • biosimilari
  • artrite
Data inizio appello
29/01/2019;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
29/01/2022
Riassunto analitico
L’artrite reumatoide è una malattiaad eziologia sconosciuta, probabilmente multifattoriale, e ad andamento cronico.<br>La malattia colpisce le articolazioni dotate di membrana sinoviale (diartrodiali) tramite un processo infiammatorio che col tempo arriva a interessare tutto il distretto articolare causando dolore, tumefazione e rigidità mattutina più o meno prolungata. Il processo, se non arrestato, porta all’insorgenza di erosioni ossee e deformità articolari importanti con conseguente perdita di funzionalità. L’interessamento articolare è classicamentepoli-distrettuale e simmetrico.<br>La malattia ha un forte impatto socio-psicologico, soprattutto nelmomento in cui anche le più semplici azioni quotidiane sono compromesse, obbligando il soggetto ad abbandonare ogni attività lavorativa. <br>Oggi le nuove strategie terapeutiche hanno portato a risultati in termini di miglioramento clinico e remissione di malattia impensabili fino a pochi anni fa. Il precoce controllo della patologia ha permesso di ridurre ai minimi termini la comparsa delle temute deformità articolari, visibili oggi solo nei pazienti più anziani e in quelli con una patologia di lunga durata eparticolarmente aggressiva.<br>Lo scopo di questo lavoro è un’analisi di una coorte di pazienti affetti dalla malattia,seguiti presso l’UO di Reumatologiadell’AOUP di Pisa, in particolare analizzando la questione dei farmaci biologici con un focus riguardola terapia con farmaco originatore relativo biosimilare.<br>I risultati ottenuti rappresentano uno “scorcio” di quella che è la vastità medica dell’artrite reumatoide trattata presso la clinica di Pisa, rappresentando una rampa di lancio verso altri studi, magari con numeri e informazioni maggiori.
File