ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-12302007-120050


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DI POTO, GIUSEPPE
URN
etd-12302007-120050
Title
Effetto Leverage: correlazione tra volatilita´ e rendimenti nel mercato italiano dei futures
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE FISICHE
Commissione
Relatore Renò, Roberto
Relatore Mannella, Riccardo
Parole chiave
  • Nessuna parola chiave trovata
Data inizio appello
21/01/2008;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
21/01/2048
Riassunto analitico
Sommario<br>Negli ultimi venti anni, da parte della comunitµa scientifica in generale, e<br>dei fisici in particolare, e´ cresciuto notevolmente l&#39;interesse per lo studio dei<br>mercati finanziari, tanto che oggi si indica con il termine di &#34;econofisica&#34; quel<br>settore della fisica dedicato agli studi di questo settore. La notevole quantita´<br>di dati registrati nei database di tutte le borse internazionali ha permesso<br>ai fisici di osservare la dinamica dei mercati e, in principio di avanzare e<br>testare le ipotesi che fanno da fondamenta per il sistema dinamico, e successivamente di proporre modelli in grado di riprodurre i comportamenti tipici.<br>Anche lo spirito del lavoro di questa tesi e´ stato quello di osservare una particolare dinamica, stimare le grandezze coinvolte con un metodo molto recente<br>e testare uno dei modelli avanzati in grado di riprodurre i comportamenti<br>osservati. La dinamica in questione e´ l&#39;evoluzione della correlazione tra i<br>rendimenti di un prodotto finanziario e la varianza dei prezzi del medesimo prodotto; quest&#39;ultima viene piu´ comunemente indicata con il termine<br>volatilita´. L&#39;osservazione empirica di questo fenomeno era gia´ nota fin dal<br>1976, ma uno studio sistematico e quantitativo su questo fenomeno, chiamato<br>Effetto Leverage, si e´ avuto solo di recente. L&#39;effetto leverage consiste nell&#39;anticorrelazione tra i rendimenti passati e la volatilita´ futura di un determinato<br>prodotto finanziario, cio´ significa che una dimunuzione (aumento) del prezzo &#34;oggi&#34; e´ causa di un aumento (diminuzione) della fluttuazione del prezzo<br>&#34;domani&#34;, ma non vale il viceversa, cioe´, il fenomeno non e´ invariante sotto<br>inversione temporale. Le nostre osservazioni, e il loro confronto con la letteratura, hanno evidenziato che l&#39;effetto decade con un tempo caratteristico<br>che dipende non solo dal prodotto finanziario, ma anche dallo stesso mercato<br>e dal periodo analizzato. La funzione di correlazione tra le due grandezze e´<br>stata stimata con un metodo diverso da quello usato negli altri lavori sull&#39;argomento. Si tratta di un metodo basato sull&#39;analisi dello sviluppo in serie<br>di Fourier, particolarmente adatto per i dati ad alta frequenza come quelli che abbiamo utilizzato. I risultati ottenuti rappresentano una conferma<br>della validitµa del modello a volatilita´ stocastica utilizzato, anche dopo aver<br>analizzato, seppur in maniera esplorativa, la correlazione tra i rendimenti e<br>le variazioni di volatilita´; argomento non ancora affrontato nella letteratura.
File