ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-12022019-221705


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
CRISTOFARO, GLAUCO
URN
etd-12022019-221705
Title
Mastoid obliteration in "canal wall down" or open tympanoplasty: from local flaps and autologous grafts to engineered biomaterials. Pilot study on the usability of a novel ceramic gum. L'obliterazione della mastoide nella timpanoplastica aperta: da lembi locali ed innesti di materiale autologo a biomateriali ingegnerizzati. Studio pilota sulla possibilita di impiego di una gomma ceramica di recente introduzione.
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
OTORINOLARINGOIATRIA
Supervisors
relatore Prof. Berrettini, Stefano
correlatore Prof. Bruschini, Luca
Parole chiave
  • canal wall down
  • open tympanoplasty
  • hydrogel
  • glassceramic
  • biomaterial
  • mastoid obliteration
Data inizio appello
18/12/2019;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
18/12/2089
Riassunto analitico
Canal wall down surgery remains the most common and least controversial operation for the treatment of cholesteatoma, providing a lower recurrence rate. The result is though an unnatural mastoid cavity which in many cases, despite regular cleansing and topical antimicrobial therapy, persistently discharges. Aimed fundamentally to obtain a smaller, safe and self-cleaning cavity a variety of mastoid obliteration and reconstruction techniques are reviewed, wich involve biologic materials, such as fascial and muscle flaps as well as bone, cartilage and fat grafts. Non-biologic materials include hydroxyapatite crystals, silicone and ceramic glass and are also reviewed. Finally a ceramic hydrogel is presented. Available evidence on its biocompatibility, osteoinductive properties and usability in mastoid reconstruction surgery are discussed.

La timpanoplastica aperta rimane l'operazione più comune e meno controversa per il trattamento del colesteatoma, minimizzando il tasso di recidiva. Il risultato è però una cavità mastoidea innaturale che in molti casi, nonostante la pulizia regolare e la terapia antimicrobica topica, rimane problematica. Destinate allo scopo fondamentalmente di ottenere una cavità più piccola, sicura e autopulente, sono state passate in rassegna le varie tecniche di obliterazione e ricostruzione mastoidea, che includono materiali biologici, come lembi fasciali e muscolari, nonché innesti di osso, cartilagine e grasso. Tra i materiali non-biologici si annoverano cristalli di idrossiapatite, silicone e vetroceramica. Infine è stato presentato un idrogel ceramico. Vengono discusse le prove disponibili sulla sua biocompatibilità, proprietà osteoinduttive e usabilità nella chirurgia di ricostruzione mastoidea.
File