ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11222015-173422


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
DUCHINI, FRANCESCA
URN
etd-11222015-173422
Title
Ipersensibilita dentinale: due metodiche terapeutiche a confronto
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA
Commissione
relatore Prof.ssa Giuca, Maria Rita
Parole chiave
  • ipersensibilità
  • dentinale
Data inizio appello
14/12/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Questa tesi si articola in due blocchi principali:<br>Il primo consta di una parte in cui si analizzano le caratteristiche cliniche dell’ipersensibilità dentinale: si osserva l’anatomia dentale con particolare riferimento all’anatomia normale della dentina, si espongono le teorie circa l’eziopatogenesi della patologia, i fattori di rischio e le opportunità terapeutiche a nostra disposizione.<br>Il secondo blocco tratta della parte sperimentale, ovvero uno studio clinico condotto presso la Clinica Odontoiatrica Universitaria Pisana, sotto la supervisione della Prof.ssa Maria Rita Giuca.<br><br>Lo studio è stato effettuato su un campione di 40 pazienti di età compresa tra 26 e 75 anni con almeno 2 elementi ipersensibili a causa della presenza di erosioni e/o abrasioni nella zona cervicale del dente.<br>Si è valutato il grado di ipersensibilità mediante la stimolazione termica tramite la tecnica di Schiff (indirizzando un getto d’aria per 1 secondo sulla superficie buccale dell’elemento a distanza di 1 centimetro utilizzando la siringa aria-acqua del riunito).<br>La sensibilità è stata registrata secondo una scala in cui in corrispondenza del valore ”0” l’elemento/soggetto non risponde alla stimolazione con getto d’aria; in corrispondenza del valore “1” l’elemento/soggetto risponde alla stimolazione con getto d’aria, ma non richiede di interrompere lo stimolo; in corrispondenza del valore “2” l’elemento/soggetto risponde alla stimolazione con getto d’aria e si retrae o richiede di interrompere lo stimolo; in corrispondenza del valore “3” l’elemento/soggetto risponde alla stimolazione, considera il getto d’aria doloroso e si retrae o richiede di interrompere lo stimolo. Sono stati inclusi nel campione solo i pazienti con una sensibilità corrispondente ai valori 2 o 3 della scala di Schiff. <br>E’ stata effettuata una seduta di igiene orale professionale eseguita con strumentazione ultrasonica volta all’eliminazione di placca e tartaro dai siti sensibili, con immediata rivalutazione della sensibilità tramite test di Schiff.<br>Si è diviso il campione in modo randomizzato in due gruppi di 20 pazienti cadauno.<br>Il primo gruppo (Gruppo A) è stato trattato con un prodotto a base di Arginina 8% e Carbonato di calcio (Prodotto A). Il secondo gruppo (Gruppo B) è stato trattato con un prodotto a base di Nanoidrossiapatite 30% sospensione in alcool assoluto (Prodotto B).<br>Subito dopo l’applicazione dei prodotti viene rivalutata la sensibilità tramite test di Schiff.<br>Verranno effettuate rivalutazioni mediante test di Schiff dopo 1, 4, 8, 12 settimane dall’applicazione con l’obiettivo di analizzare e confrontare l’efficacia nel tempo dei due prodotti per il trattamento dell’ipersensibilità dentinale.<br>
File