ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11202013-122705


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
DINELLI, CLAUDIA
URN
etd-11202013-122705
Title
Incandidabilità e divieto di ricoprire cariche elettive conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi. Decreto Legislativo 31 dicembre 2012 n.235
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof. Pertici, Andrea
Parole chiave
  • incandidabilità
  • ineleggibilità
  • anticorruzione
Data inizio appello
09/12/2013;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
La normativa sulla incandidabilità alle cariche elettive, è stata lungamente attesa e sollecitata in campo internazionale; ciò nonostante essa muove con difficoltà i primi passi in fase di attuazione malgrado la disciplina sia stata approvata solo alcuni mesi fa dal Parlamento con ampia maggioranza.<br>Nel primo capitolo ho descritto gli istituti di ineleggibilità, incompatibilità ed incandidabilità mettendone in luce gli aspetti e le differenze e le ripercussioni che essi hanno nell&#39;ordinamento giuridico italiano. <br>Nel secondo capitolo ho affrontato il tema dei Codici di autoregolamentazione per le candidature contenuti nei regolamenti di alcuni pariti politici, adottati, anteriormente all&#39;entrata in vigore delle leggi in esame, per colmare la lacuna normativa all&#39;interno del nostro ordinamento.<br>Ho dedicato il terzo capitolo allo studio della Legge 190 del 6 dicembre 2012, che ha delegato il Governo ad adottare un Decreto Legislativo in materia di incandidabilità e divieto di ricoprire cariche elettive conseguenti a sentenze definitive di condanna. In tale analisi ho approfondito le novità che la Legge 190/2012 ha apportato in materia di anticorruzione sia negli aspetti che mirano a prevenire il fenomeno corruttivo, attraverso l&#39;affermazione della necessità di trasparenza nell&#39;attività della pubblica amministrazione, che in relazione alle importanti modifiche che essa ha apportato al codice penale in materia di corruzione e concussione.<br>Infine nel quarto ed ultimo capitolo ho trattato il tema oggetto del mio lavoro contenuto nel Decreto Legislativo 235 del 31 dicembre 2012, analizzando i singoli aspetti del decreto capo per capo, e i dubbi di costituzionalità recentemente sollevati in applicazione al decreto medesimo. <br>Al momento della chiusura di questo mio lavoro il tema è ancora aperto e riempe le cronache di giornali e televisioni, ed è argomento molto discusso tra i giuristi viste le ripercussioni che tale materia ha, attualmente, sulle vicende politiche italiane.
File