ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11192012-195955


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DAL PORTO, STEFANO
URN
etd-11192012-195955
Title
Il Private Equity nelle PMI: strategie di protezione dell'investimento. Analisi di un caso.
Struttura
ECONOMIA
Corso di studi
STRATEGIE E GOVERNO DELL'AZIENDA
Commissione
relatore Romano, Giulia
Parole chiave
  • private equity
  • clausole di protezione dell'investimento
  • patto parasociale
  • società di gestione del risparmio
Data inizio appello
05/12/2012;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
05/12/2052
Riassunto analitico
Il Mondo ad oggi si trova in uno stato di incertezza e sfiducia generalizzata. Il sistema economico, come noto, ha subito negli ultimi anni una forte involuzione, a causa, essenzialmente, di un sistema finanziario che non è riuscito ad autoregolarsi. <br>La crisi ha prodotto, oltre alla sfiducia generalizzata, un forte innalzamento dei livelli di rischio/azienda e di conseguenza, quest’ultime, si sono ritrovate sia a vedersi ridurre in modo drastico le disponibilità finanziarie da parte degli operatori tradizionali del settore, sia a ricercarsi nuove fonti alternative di capitale. <br>Uno dei modelli di finanziamento alternativo è il Private Equity. Un modello profondamente diverso dai metodi più tradizionali come i mutui, gli scoperti bancari ed i project financing. Infatti l’operatore di Private Equity, non si limita al finanziamento, ma diventa azionista della società target, e pretende, come ogni altro socio, di avere voce in capitolo nelle principali operazioni strategico-economiche dell’azienda, ed inoltre, la possibilità di monitorare efficacemente il proprio investimento.<br>E’ ovvio che nel clima di sfiducia e di alto rischio/azienda in cui ci troviamo attualmente, gli operatori di Private Equity implementeranno strategie di protezione dell’investimento che li possano tutelare nella maniera più ampia possibile da eventuali “crack” o svalutazioni delle aziende partecipate.<br>Questo lavoro vuole, oltre a descrivere il sistema di Private Equity, dar luce a tutti quegli strumenti che vengono utilizzati in quest’ambito per la protezione, tutela e difesa dell’investimento e, di conseguenza, del capitale investito dai clienti degli operatori in Private Equity.<br>La tesi si svilupperà in 4 capitoli:<br>• Caratteristiche generali dei fondi di Private Equity: in cui verrà in prima analisi definito il Private Equity, e di seguito descritto il sistema che si riferisce ad esso sia a livello di struttura organizzativa, di funzionamento, di politiche di investimento, e sia in considerazione della sua diffusione in Italia;<br>• Il ciclo operativo di un investimento in Private Equity: in cui si andranno a descrivere tutte le fasi dell’investimento:<br>o l’origination, in cui l’operatore di Private Equity viene per la prima volta a contatto con l’azienda target;<br>o l’analisi e l’execution, in cui l’operatore di Private Equity analizza a livello di mercato, di società e di management l’azienda target e, se oltre a queste analisi si ottiene un giudizio positivo pure sul Business Plan e gli studi di Due Diligence, si prosegue all’execution dell’investimento;<br>o la gestione e il monitoraggio, in cui si esplica la funzione e gli approcci che un operatore può seguire;<br>o il disinvestimento, in cui si analizzano tutte le varie metodologie possibili da considerare in questa fase (IPO, trade sale, secondary buy out, buy back);<br>• Le strategie di protezione dell’investimento: dove verranno descritti tutti i vari strumenti di protezione suddividendoli per tipologia funzionale (strumenti partecipativi, strutturali, di Corporate Governance e del disinvestimento);<br>• Analisi del caso: in cui verrà descritta Fondamenta SGR p. A., la Società di Gestione del Risparmio in cui lavoro e dalla quale ho recepito il materiale per poi descrivere, sempre in questo capitolo il caso Baby Products S.r.l.<br>
File