ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11102004-172931


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
Ciampalini, Andrea
email address
dwtcia@tin.it
URN
etd-11102004-172931
Title
RILEVAMENTO GEOLOGICO E ANALISI DI FACIES DEI DEPOSITI PLEISTOCENICI DELLA ZONA COMPRESA TRA RIPARBELLA (TOSCANA, PISA) E IL FIUME CECINA
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE GEOLOGICHE
Commissione
relatore Dott. Cerrina Feroni, Andrea
relatore Dott. Sarti, Giovanni
Parole chiave
  • analisi di facies
  • Pleistocene
  • Bassa Val di Cecina
Data inizio appello
26/11/2004;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
26/11/2044
Riassunto analitico
<br>Questa tesi ha lo scopo di ricostruire l’evoluzione paleogeografica al Pleistocene inferiore-medio di una parte della Val di Cecina inferiore compresa fra l’affioramento del substrato pre-pleistocenico a Nord, il fiume Cecina a Sud e i limiti delle carte (1:10.000) 294040 e 294080 a Est e a Ovest.<br>L’evoluzione paleogeografica è stata ricostruita in base a:<br>· Inquadramento geologico dell’area studiata da un punto di vista strutturale e stratigrafico.<br>· Rassegna sulle precedenti conoscenze di stratigrafia e tettonica della Toscana centro-meridionale.<br>· Rilevamento geologico dei fogli 294040 (Riparbella) e 294080 (Guardistallo) in scala 1:10.000 della Carta Tecnica Regionale nell’ambito del progetto C.A.R.G. di cartografia geologica della Regione Toscana.<br>· Analisi di facies dei sedimenti del Pleistocene inferiore-medio affioranti nell’area studiata.<br>· Analisi delle strutture sedimentarie.<br>· Analisi micropaleontologica dei depositi affioranti.<br>· Analisi composizionale e statistica sui depositi conglomeratici.<br>L’analisi sedimentologica e micropaleontologica hanno permesso di caratterizzare in dettaglio gli ambienti di sedimentazione e di ipotizzare una possibile ricostruzione paleogeografica al Pleistocene inferiore-medio; in oltre è stato possibile, anche grazie al rilevamento, compiere delle correlazioni fra i depositi a Nord del fiume Cecina e quelli affioranti a Sud. Rispetto ai precedenti lavori eseguiti nella zona è stata effettuata una nuova suddivisione delle unità litostratigrafiche con l’inserimento di nuove unità e una miglior caratterizzazione delle vecchie. L’analisi composizionale dei conglomerati ha permesso di evidenziare la presenza di cambiamenti composizionale che corrispondono a cambiamenti di area di alimentazione.<br>
File