ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11062019-145752


Thesis type
Tesi di specializzazione (2 anni)
Author
LANDINI, LAURA
URN
etd-11062019-145752
Title
L'archeozoologia dei cani delle Navi Antiche di Pisa
Struttura
CIVILTA' E FORME DEL SAPERE
Corso di studi
BENI ARCHEOLOGICI
Supervisors
relatore Prof. Sorrentino, Claudio
correlatore Dott. Camilli, Andrea
Parole chiave
  • paleopatologia animale
  • Analisi archeozoologica morfofunzionale
Data inizio appello
06/12/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
06/12/2089
Riassunto analitico
Lo studio dei cani delle Navi Antiche ha consentito di analizzare sotto molteplici aspetti il rapporto tra uomo e cane in un particolare contesto cronologico e geografico. L’indagine ha consentito di individuare la presenza di tre tipologie canine specifiche: una di grandi dimensioni, una varietà toy ed infine la categoria dei segugi nani, cui appartiene anche il “cane del Marinaio”, rinvenuto integro con il suo presumibile “proprietario”. Questo cane può essere definito il fulcro del lavoro: sono state effettuate sullo scheletro non solo le analisi archeozoologiche, ma anche le valutazioni morfo-funzionali ed anatomo-patologiche. Il “cane del marinaio” non era l’unico animale ad essere stato oggetto di cure. Quanto emerge da questa analisi composita è una situazione dove veniva data una particolare importanza ai cani di piccola taglia che potevano avere anche un certo valore economico, mentre i soggetti impiegati quasi sicuramente in attività lavorative, probabilmente guardiania, erano abbastanza lontani dall’essere considerati dei pet. Grazie alla ricchezza del contesto e alle ottime condizioni di conservazione dei reperti, alla luce di nuove metodologie di indagine applicate all’archeozoologia, è stato possibile effettuare questo studio che, ad oggi, risulta essere l’unico nel suo genere in Italia, affrontando non solo l’aspetto archeologico ed archeozoologico, ma anche quelli morfo-funzionale, anatomo-patologico e conseguentemente socioculturale.
File