ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-11022015-092447


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
BOCCA, JACOPO
URN
etd-11022015-092447
Title
Applicazione della "Total Productive Maintenance" su una linea Converting Tissue: Analisi Perdite di Efficienza, Manutenzione Autonoma e Manutenzione Migliorativa
Struttura
INGEGNERIA CIVILE E INDUSTRIALE
Corso di studi
INGEGNERIA MECCANICA
Commissione
relatore Ing. Braglia, Marcello
relatore Ing. Pizzi, Giuseppe
Parole chiave
  • soffiaggio polveri
  • manutenzione autonoma
  • tpm
Data inizio appello
02/12/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Si definisce Manutenzione l’insieme delle attività che hanno come obiettivo quello di mantenere un elemento, macchina o sistema, nello stato in cui può espletare la propria funzione.<br><br>Il presente lavoro sintetizza l’implementazione di uno strumento di gestione della manutenzione denominato TPM all’interno del “Reparto Piegati” dello stabilimento Soffass del gruppo Sofidel Spa.<br>TPM è l’acronimo inglese per “Total Productive Maintenance”: nato negli Stati Uniti, è stato sviluppato successivamente in molte compagnie giapponesi diventando rapidamente uno strumento diffuso in tutto il mondo.<br>In sintesi TPM è un insieme di tecniche e di metodologie che permettono di massimizzare lo sfruttamento delle capacità degli impianti.<br>Secondo la filosofia giapponese i tre termini che definiscono il nome riassumono perfettamente quella che è la filosofia del metodo e devono essere interpretati con le seguenti accezioni:<br>• “Total”: il TPM deve diventare una vera e propria filosofia di lavoro, abbracciata da tutte le figure aziendali, a tutti i livelli;<br>• “Productive”: perché è necessario che l’utilizzo delle risorse aziendali sia efficace ed efficiente;<br>• “Maintenance”: la terna di lavoro “Uomo-Macchina-Materiale” deve essere mantenuta in ottime condizioni.<br>La “JIPM” (Japanese Institute of Plant Maintenance) ha riassunto il TPM in alcuni pilastri fondamentali; ognuno di essi ha il compito di aggredire una ben precisa tipologia di perdita produttiva, con la olistica aspirazione di renderle nulle.<br>L’obiettivo ultimo può essere sintetizzato in:<br>• “Zero Incidenti”;<br>• “Zero Guasti”;<br>• “Zero Difetti”.<br><br>La tesi riassume quali strumenti del TPM, e in che modo, sono stati sviluppati nell’azienda e quali attività ad esso correlate vengono svolte regolarmente.<br>Una volta definito tale scenario viene descritta la progettazione di un “impianto di soffiaggio delle polveri” il cui scopo, in perfetta attinenza con il “Lean-Thiking”, è quello di ridurre il tempo dedito alla pulizia, aumentando così quello che è la disponibilità a produrre.<br>L’operatore infatti, ad ogni fine turno, deve svolgere quelle attività di pulizia ed ispezione definite dalla “Manutenzione Autonoma”; fra queste ricade il soffiaggio e l’aspirazione delle polveri di carta che sono solite crearsi in fase di lavorazione; questa procedura risultava una fra le perdite produttive più gravose della linea e si è pensato di conseguenza di automatizzarla, almeno parzialmente.<br>L’eliminazione delle polveri risulta necessaria per diversi motivi:<br>• Per mantenere la macchina in uno stato ottimale, evitando che l’eccesso di polvere determini il grippaggio degli organi in movimento;<br>• Per non intaccare la qualità del prodotto: ad esempio eccessi di polvere sui rulli clichè potrebbe inficiare sulla stampa oppure le fotocellule schermate dallo sporco potrebbero non leggere adeguatamente i riferimenti; <br>• Per ridurre la contaminazione da polvere del prodotto finito;<br>• Per motivi di “sicurezza antincendio”: la polvere di carta infatti, in determinate densità, risulta essere non solo infiammabile ma addirittura esplosiva ed inoltre la sua deposizione su superfici calde (come i motori elettrici) è fonte di rischio in caso di inneschi accidentali.<br>La progettazione dell’impianto di soffiaggio può essere splittata in due parti:<br>• Dimensionamento impiantistico della linea di ventilazione;<br>• Dimensionamento e verifica di un meccanismo che permetta alla tubazione di mandata di oscillare intorno ad un asse così da aumentare l’area spazzata dal flusso di aria in uscita dalle bocchette.<br>
File