ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10312014-153800


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
SGROI, GIANLUCA
URN
etd-10312014-153800
Title
Il fenomeno societario tra diritto romano e diritto moderno
Struttura
GIURISPRUDENZA
Corso di studi
GIURISPRUDENZA
Commissione
relatore Prof. Petrucci, Aldo
Parole chiave
  • rilevanza esterna
  • limitazione della responsabilità
  • società dei publicani
  • peculio
  • societas
  • ius mercatorum
  • analisi diacronica
  • Zweckvermögen
  • società per azioni
Data inizio appello
02/12/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il presente elaborato mira a cogliere quella “zona d’ombra”, che è stata rappresentata dal diritto commerciale della civiltà romana, con particolare riferimento agli aspetti legati al fenomeno societario, in una prospettiva comparatistica con le esperienze successive e, in particolare, con il diritto moderno. <br>Orbene, nelle pagine che seguono, si cercherà di chiarire e puntualizzare i caratteri che contraddistinsero i traffici commerciali nella Roma antica, cercando di valicare quei “punti fermi”, condivisi da gran parte della dottrina, da cui, tuttavia, sono inevitabilmente partito, che ravvisano la nascita del diritto commerciale nel basso Medioevo come ius mercatorum. Si cercherà dunque di dimostrare che l’esperienza economico - giuridica che ha preceduto il Medioevo non può certo considerarsi come una sorta di preistoria del diritto commerciale moderno.<br>Pertanto, concentrandoci sui soli fenomeni societari, vedremo come l’ordinamento giuridico romano comprenda momenti ed assetti eterogenei, riconducibili a modelli che possono essere proficuamente utilizzati nell’ottica di un’analisi diacronica – comparatistica, al fine di cogliere, valutare ed esplicitare coincidenze, affinità e differenze con i tipi e modelli dell’età moderna, cercando di vedere ciò che è stato sfruttato dalle esperienze successive e ciò che non lo è stato. <br><br>
File