ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-10282010-115910


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC5
Author
PINNA, GIORGIANNA
URN
etd-10282010-115910
Title
Valutazione dell'Attivita' "ANTI-AGING" di Prodotti di Origine Naturale
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
FARMACIA
Commissione
relatore Dott.ssa Monti, Daniela
relatore Dott.ssa Tampucci, Silvia
Parole chiave
  • anti-aging
  • idratazione cutanea
  • invecchiamento cutaneo
Data inizio appello
17/11/2010;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
17/11/2050
Riassunto analitico
La presente tesi ha avuto come scopo principale quello di valutare la capacità di prodotti di origine naturale di inibire l’attività degli enzimi elastasi, collagenasi e ialuronidasi, presenti nel derma e coinvolti nel processo di invecchiamento cutaneo, nonché la loro attività antiossidante.<br>E’ stata inoltre valutata la capacità di polimeri di origine naturale di assorbire e trattenere nel tempo acqua allo scopo di stimarne le proprietà idratanti.<br>Il lavoro di tesi si è quindi sviluppato nelle seguenti fasi:<br>1a)Valutazione dell’attività enzimatica di elastasi, ialuronidasi e collagenasi:<br> Messa a punto di una appropriata metodica analitica spettrofotometrica<br> Determinazione dell’interazione tra i sopraindicati enzimi e le sostanze allo studio<br>1b)Valutazione dell’attività antiossidante delle medesime sostanze mediante analisi spettrofotometrica<br>2a)Preparazione di compresse e film di polimeri naturali e sintetici, da soli o in miscele.<br>2b)Valutazione della loro capacità di assorbire e trattenere acqua.<br>Per la prima fase i prodotti sottoposti agli studi sono stati: Psillio cuticola polvere (PS CUT), dal cui processo di purificazione, secondo due metodi diversi, sono stati ottenuti i prodotti Psillio A (PS-A), Psillio B (PS-B); Sericina (SER), Arabinogalattano (AG), Dermatansolfato (DS) e Succo di radice di Asfodelo (ASF).<br>Dai test effettuati i principi attivi a maggiore effetto anti-elastasi sono risultati l’arabinogalattano (AG) e il succo di radice di asfodelo (ASF), con percentuali di inibizione enzimatica rispettivamente del 60,66% e del 53,99%, contro il 95,05% dell’olio essenziale di rosmarino (O.E.ROSM), utilizzato come controllo positivo. Un risultato soddisfacente è stato ottenuto tuttavia anche con lo Psillio liofilizzato (PS-A) e con lo Psillio cuticola (PS CUT), che hanno inibito l’enzima per il 48,81% e il 47,89% rispettivamente.<br>Tutte le sostanze saggiate risultano attive nell’inibire l’enzima collagenasi. In particolare ASF (95.75%) e AG (93.4%) hanno mostrato di possedere un’attività anti-collagenasica paragonabile ai controlli positivi EDTA e Aloina (rispettivamente 97,29% e 99,79% inibizione).<br>Tra gli attivi inibenti la ialuronidasi confrontati con il sodio glicirrizinato (95,45% inibizione), il più efficace è risultato l’AG (73,29% inibizione) seguito da DS e SER (67,61% e 64,2% di inibizione). Lo Psillio liofilizzato B (PS-B) e l’ASF hanno dato risultati simili (52,84% e 58,97%).<br>Per quanto concerne l’attività antiossidante delle sostanze allo studio, i prodotti che hanno avuto effetto più spiccato sono stati PS CUT (58,43%) e PS-A (47,69%), sebbene l’acido ascorbico, utilizzato come riferimento, abbia mostrato una attività antiossidante marcatamente superiore (94,84%).<br>Da questo studio è quindi emerso che alcuni dei prodotti naturali testati (AG e ASF) mostravano un buon effetto inibitorio su elastasi, collagenasi e ialuronidasi in vitro senza una correlata attività antiossidante, mentre altri (PS-CUT e PS-A) a fronte di un’attività di inibizione enzimatica intorno al 50% presentavano una paragonabile attività antiradicalica<br>Dai test effettuati per determinare la capacità delle sostanze allo studio di assorbire e trattenere acqua, lo Psillio, soprattutto sotto forma di film, è risultato capace di trattenere acqua sopratutto in condizioni di umidità ambientale bassa (RU=20%), caratteristica favorevole dal momento che ad umidità più basse l’acqua epidermica è più facilmente richiamata verso l’esterno, causando inaridimento della cute.<br>In conclusione lo psillio appare un buon candidato come attivo in prodotti cosmetici con effetti benefici sulla pelle secca e sottoposta a raggi UV dal momento che presenta attività antiproteasica e antiossidante unite alla capacità di trattenere acqua in condizioni di bassa umidità ambientale.<br><br>
File