ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Tesi etd-10052020-173246


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
ASARO, PIETRO
email address
p.asaro1@studenti.unipi.it, pietroasaro2@gmail.com
URN
etd-10052020-173246
Thesis title
Il rapporto fiduciario nella morsa del trade off tra rappresentatività e governabilità. Una proposta di revisione costituzionale
Department
GIURISPRUDENZA
Course of study
GIURISPRUDENZA
Supervisors
relatore Prof. Pertici, Andrea
Keywords
  • fiducia
  • trade off elettorale
  • revisione costituzionale
Graduation session start date
20/10/2020;
Consultabilità
Secretata d’ufficio
Summary
Attraverso questo lavoro di ricerca s'intende analizzare l'istituto del rapporto fiduciario tra Governo e Parlamento, inquadrandone in termini generali la funzione e precisandone il grado di razionalizzazione nell'ordinamento italiano. Si procederà quindi ad individuare i nessi che l'articolo 94 della Carta instaura con la restante disciplina costituzionale sulla forma di governo ed, in particolare, con la sua "variabile conformativa", ossia con la mancata costituzionalizzazione della formula elettorale. Di conseguenza, alla luce dell'evoluzione della legislazione elettorale nonché della giurisprudenza costituzionale in materia, si valuterà l'incidenza che il trade off (elettorale) tra i principî di rappresentatività e governabilità esercita sulla coerenza della disciplina costituzionale sulla forma di governo italiana, specie in relazione al suo fulcro, costituito dalla razionalizzazione "debole" del rapporto fiduciario. Infine, trovando più agevole una revisione costituzionale della forma di governo piuttosto che il rinvenimento di un bilanciamento ragionevole fra i due principi di cui si è detto, saranno individuate le ragioni del mancato successo delle principali riforme istituzionali e, sulla base di queste, si esporrà una proposta di revisione costituzionale imperniata attorno all'opportunità, per il sistema politico italiano, di una "fiducia per materie". Essa prevederà la necessaria coesistenza di quattro pilastri: l'elezione (parlamentare) a maggioranza relativa del Presidente del Consiglio e a maggioranza assoluta dei ministri; la costituzionalizzazione della formula elettorale proporzionale con voto di preferenza; la previsione della responsabilità esclusivamente individuale in capo ai ministri; la presunzione della fiducia iniziale al Governo "eletto" e la previsione della sfiducia costruttiva.
File