ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09282007-182350


Thesis type
Tesi di laurea vecchio ordinamento
Author
SANFILIPPO, KATY
URN
etd-09282007-182350
Title
Farmacogenetica della morfina nella terapia del dolore
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE BIOLOGICHE
Commissione
Relatore Prof. Barale, Roberto
Parole chiave
  • farmacogenetica
  • terapia del dolore
  • morfina
Data inizio appello
22/10/2007;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
22/10/2047
Riassunto analitico
La farmacodinamica e la farmacocinetica degli oppioidi sono sotto controllo di molti geni polimorfici che possono in parte spiegare la variabilità individuale che si osserva nella risposta alla morfina, nel trattamento del dolore cronico.<br>In questo lavoro di tesi sono stati presi in esame 145 pazienti, di origine italiana, con diagnosi di dolore nocicettivo cronico associato sia a patologie tumorali che a varie forme di artrosi. Per questo sono sottoposti al trattamento con morfina e monitorati attraverso visite periodiche allo scopo di valutare la risposta alla cura e la relativa variazione della percezione dolorifica. I pazienti sono stati raccolti dalla Sezione Autonoma di Terapia Antalgica dell’Ospedale Santa Chiara di Pisa.<br>Partendo da campioni di sangue, tramite l’estrazione di DNA, è stato possibile attraverso le tecniche di indagine di biologia molecolare quali la PCR Multiplex e la PRC TaqMan Real-Time, analizzare i polimorfismi a singolo nucleotide (SNPs) in geni chiave coinvolti nella farmacogenetica della morfina. Quali: il gene opioid m receptor (OPRM1) che codifica per il principale recettore degli oppioidi, il gene ATP-Binding Cassette/multiple drug resistance 1 (ABCB1/MDR1), che codifica per un trasportatore con una vasta molteplicità di substrato, il gene Catecolo-O-metiltransferasi (COMT) che modifica l’attività recettoriale di OPRM1 e sembra influenzare la soglia di percezione individuale del dolore ed, infine,i geni Glutatatione S-transferasi T1 (GSTT1), Glutatione S-transferasi M1 (GSTM1) che codificano per enzimi di fase II.<br>Lo scopo di questo lavoro di tesi è stato quello di valutare, tramite analisi statistica multivariata, l’associazione che esiste tra il genotipo dei pazienti presi in esame e la diminuizione del dolore.<br>Da questo lavoro è emerso che esiste una significativa associazione (p&lt;0.0001) tra la variabilità genetica nei geni ABCB1 e OPRM1 e la risposta al dolore.<br> In particolare, è risultato che i pazienti che hanno una pompa di efflusso funzionante (omozigoti wilde-type C/C per lo SNP C3435T di ABCB1) e un recettore per la morfina difettoso (omozigoti G/G per lo SNP A118G del gene OPRM1) risultano essere i peggiori rispondenti al trattamento analgesico. Invece i pazienti con una pompa di efflusso inefficiente (omozigoti T/T per ABCB1) e un recettore funzionante (omozigoti wild-type A/A per OPRM1) sembrano essere i migliori rispondenti al trattamento.<br>Per gli altri geni presi in esame non sono state trovate associazioni significative.<br><br><br><br><br><br><br><br>
File