ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09262011-222614


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
BARTOLI, MARIAELISA
URN
etd-09262011-222614
Title
La Qualita' della Vita in eta' scolare in bambini nati pretermine di alto grado.
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Cioni, Giovanni
Parole chiave
  • Prematurità
  • Qualita di vità
  • Tempo
  • Numerosità
Data inizio appello
18/10/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
18/10/2051
Riassunto analitico
Negli ultimi anni stiamo assistendo alla sopravvivenza di bambini prematuri nati ad età gestazionali sempre più basse: ciò se da un lato rappresenta una grande conquista nell’ambito della medicina, dall’altro ha però determinato un incremento dell’incidenza di esiti neurologici e psicologici che, anche se non si evidenziano nei primi mesi della nascita (disabilità gravi) possono manifestarsi più tardivamente fino all’età scolare e adolescenziale sotto forma di deficit cognitivi, ritardi nello sviluppo del linguaggio, disturbi visuo-spaziali o visuo-percettivi, problemi comportamentali e deficit di apprendimento (Hack e Fanaroff 2000; Bhutta et al., 2000) con una vulnerabilità particolare nell’ambito della matematica. Molto meno si sa invece riguardo la qualità di vita (QoL) di questi bambini, cioè l’insieme degli aspetti fisici, sociali ed emotivi del benessere di un soggetto che sono importanti e rilevanti per l’individuo stesso [Zwicker and Harris, 2008; Hack, 1999]. Da quanto è noto fino ad oggi, sembra che, la HRQoL (qualità di vita correlata allo stato di salute) di bambini nati pretermine e/o VLBW sia influenzata, in età scolare, dalle difficoltà scolastiche, motorie, psicosociali e comportamentali e dal deficit dell’attenzione e/o iperattività che spesso li caratterizza (Zwicker ed Harris [2008]), mentre in età prescolare essi hanno performance notevolmente inferiori rispetto ai loro coetanei, in termini di funzionamento fisico, emotivo e/o sociale. Tali studi si basano su questionari somministrati ai genitori e le risposte che essi forniscono dipendono pertanto dal loro background culturale, sociale e formativo, dalla loro storia medica precedente alla nascita del figlio e dalle aspettative che nutrono in merito al suo futuro [Hack, 1999].<br>Obiettivo di questo studio è stato pertanto quello di valutare la QoL in età scolare in bambini prematuri di alto grado (età gestazionale inferiore alle 32 settimane e peso inferiore a 1500 gr) mediante la somministrazione di un nuovo questionario denominato SOLE (Stripe of Life with Emotions), da somministrare sia al bambino che ai genitori, in modo da verificare la concordanza o meno tra come i genitori percepiscono la QoL dei loro figli e il giudizio che loro stessi danno. Per evitare problemi di comprensione relativi al questionario (basato su immagini) è stata effettuata una valutazione del loro sviluppo intellettivo e sono stati inclusi solamente soggetti con un quoziente intellettivo superiore a 70. Il protocollo è stato arricchito poi con un questionario sulla QoL già in uso, chiamato Peds QoL, somministrato solo ai bambini, mentre ai genitori è stato richiesto di compilare un questionario sul comportamento (CBCL) e rispondere ad un’intervista strutturata sul funzionamento sociale (Vineland). Al fine di verificare inoltre le competenze di questi bambini in due ambiti che possono avere ricadute nella vita di tutti i giorni, abbiamo deciso di valutare le loro capacità di percezione della numerosità e del tempo, grazie a test di psicofisica creati appositamente.<br><br><br>
File