ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09172018-140129


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM5
Author
TOVANI, GIULIA
URN
etd-09172018-140129
Title
VALUTAZIONE DI PREPARAZIONI LIPOSOMIALI COME TOOLS PER IL DELIVERY OFTALMICO DI MICONAZOLO
Struttura
FARMACIA
Corso di studi
CHIMICA E TECNOLOGIA FARMACEUTICHE
Commissione
relatore Chetoni, Patrizia
Parole chiave
  • liposomi
  • fosfatidilcolina
  • miconazolo
  • metodo rev
  • metodo a film
Data inizio appello
03/10/2018;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Una delle aree di maggior importanza della ricerca farmaceutica è il drug delivery in campo oculare. La peculiarità dell’anatomia e della fisiologia dell’occhio impediscono il mantenimento della formulazione al sito di assorbimento e la penetrazione dei farmaci ai tessuti oculari più interni. I sistemi di rilascio dei farmaci (Drug Delivery) di dimensione nanometrica come i liposomi, le nanomicelle, le nanosospensioni e le micelle sono stati presi in considerazione da numerosi ricercatori per i vantaggiosi aspetti tecnologici e terapeutici che hanno mostrato nella cura di patologie oftalmiche.
In questa tesi, è stato affrontato uno studio su nuove formulazioni liposomiali come trasportatori di farmaci per il delivery oculare.
I liposomi sono carrier costituiti da molecole anfifiliche che, in soluzione acquosa, si dispongono in doppi strati formando dei foglietti che poi tendono a chiudersi in formazioni vescicolari con un core acquoso centrale.
Le sospensioni liposomiali forniscono un mezzo utile per facilitare il passaggio dei farmaci veicolati attraverso le barriere fisiologiche aumentandone la biodisponibilità sia a livello della camera anteriore che posteriore dell’occhio. Un altro aspetto vantaggioso da considerare è la possibilità di incapsulare sia farmaci di natura idrofila che lipofila, proprio per le caratteristiche chimico-fisiche delle vescicole liposomiali.
In questo lavoro di tesi, è stata affrontata la preparazione dei carrier liposomiali con due metodiche diverse, il metodo a inversione di fase (REV) e il metodo a film.
Entrambi i metodi sono stati eseguiti variando sia la natura del fosfolipide che il suo rapporto molare rispetto al colesterolo, altro componente di fondamentale importanza nella loro costituzione.
I fosfolipidi utilizzati a questo scopo sono stati: il Phospholipon 90®, la Fosfatidilcolina egg yolk e la fosfatidilcolina soya been. Questi sono stati utilizzati in rapporto molare di 5:1, 2:1, 4:1 e 7:3 con il Colesterolo.
È stato osservato che il metodo più idoneo al nostro scopo è il metodo a film, data anche la natura lipofila del nostro farmaco (Miconazolo nitrato, logP 5.86), e utilizzando la fosfatidilcolina soya been in rapporto molare con il colesterolo di 4:1 e di 7:3.
La selezione delle formulazioni si è basata su valutazioni tecnologiche quali: l’analisi della distribuzione dimensionale dei liposomi eseguita mediante Dynamic Light Scattering e l’analisi della capacità di incapsulamento mediante HPLC.
File