ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09162012-222750


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CORNELI, ELISA
URN
etd-09162012-222750
Title
Arundo donax L. per la produzione di biogas
Struttura
SCIENZE AGRARIE, ALIMENTARI E AGRO-AMBIENTALI
Corso di studi
BIOTECNOLOGIE VEGETALI E MICROBICHE
Commissione
relatore Prof. Bonari, Enrico
correlatore Prof.ssa Guidi, Lucia
Parole chiave
  • archea metanigeni; Arundo donax L.; Biochemical Me
Data inizio appello
01/10/2012;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
01/10/2052
Riassunto analitico
La tematica dell’energia rinnovabile assume un’importanza di rilievo crescente nella società odierna. A tal riguardo, la digestione anerobica è ad oggi uno dei sistemi più diffuso per la valorizzazione energetica delle biomasse. Il presente studio ha avuto come obiettivo la valutazione di Arundo donax L., una specie no food in grado di garantire elevate rese in biomassa, per la produzione di biogas. A questo scopo è stata utilizzata una prova di campo, attiva dal 2006 presso il Centro di Ricerca Inter-Universitario Biomasse da Energia (CRIBE), che ha come obiettivo lo studio dell’effetto dell’epoca di taglio sulla produzione e qualità della biomassa di A. donax. Inoltre, per lo scopo specifico di valutazione della digestione anaerobica nel suo complesso (potenziale metanigeno e caratterizzazione chimica/microbiologica del digestato) è stato utilizzato un digestore sperimentale in batch (a ciclo discontinuo) nel quale è stata digerita la biomassa ottenuta da cinque epoche di taglio di A. donax (A1: 20/06/2011; A2: 15/07/2011; A3: 02/08/2011; A4: 22/08/2011; A5: 20/09/2011), a confronto con Zea mays L. (mais), coltura comunemente utilizzata per la produzione di biogas. La produzione di metano di A. donax in batch è risultata simile al mais e seppure A3 risultava essere il più produttivo in tali condizioni rispetto agli altri tagli, la resa metanigena ad ettaro, stimata sulla base delle rese di campo, ha messo in evidenza che A5 è stato il più efficiente anche rispetto al mais. Per quanto riguarda invece le caratteristiche chimiche dei digestati, il contenuto in N e P era simile tra A. donax e Z. mays, mentre le comunità di archea metanigeni si differenziavano tra le colture. La selezione di colture dedicate no food in grado di valorizzare le aree agricole marginali, come l’A. donax, insieme alla selezione di specie native appartenenti agli archea metanigeni, presentano prospettive interessanti per un futuro utilizzo di questa coltura per la produzione di biogas.
File