ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09142011-203058


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
BOGOTTO, ELISA
URN
etd-09142011-203058
Title
Il franchising. Analisi economica con un'applicazione alle imprese italiane.
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
POLITICHE E RELAZIONI INTERNAZIONALI
Commissione
relatore Prof. Mangani, Andrea
Parole chiave
  • Franchising
Data inizio appello
03/10/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
03/10/2051
Riassunto analitico
Lo studio proposto cerca di fare chiarezza su un argomento molto attuale quale il franchising. Si tratta di una strategia di business molto diffusa, in quanto sono molti i marchi che si affidano al franchising per distribuire i loro prodotti. La vera forza del franchising sta negli obblighi reciproci che si creano, utili ad evitare comportamenti opportunistici delle parti. In questo modo, infatti, si minimizzano le tensioni all’interno della rete, che altrimenti si tradurrebbero in ripercussioni sui livelli reddituali per tutti gli operatori.<br>Il lavoro è introdotto da un capitolo che fornisce un quadro teorico di riferimento del franchising. L’economia dei contratti viene analizzata secondo due approcci: l’economia dell’informazione e l’economia dei costi di transazione, o approccio neoistituzionalista. La relazione che si crea tra franchisor e franchisee, si inserisce all’interno del modello principale – agente, esso viene quindi analizzato poiché riesce a fornire alcune peculiarità del franchising.<br>Il franchising è spesso studiato sotto il profilo legislativo, mentre non è molto frequente un’analisi economica di questo argomento; per questo è interessante approfondire alcuni profili economici che riguardano i diritti d’ingresso, le royalty, i compensi pubblicitari e gli aspetti non monetari. Inoltre lo studio della massimizzazione del profitto del franchisor, consente di compararne i risultati con l’integrazione verticale.<br>Il terzo capitolo offre un quadro giuridico di riferimento del franchising. L’analisi degli aspetti legislativi ha l’obiettivo di descrivere l’orientamento del legislatore italiano, che si è mosso in ritardo rispetto all’esperienza comunitaria. La Legge 129 del 2004 è stata approvata sulla base di due Regolamenti Comunitari, approvati nel 1988 e nel 1999, ed è il frutto di un compromesso tra le forze politiche che si sono confrontate per diversi anni. Nel frattempo l’Unione Europea ha provveduto ad aggiornare il suo quadro legislativo inerente il franchising, approvando un nuovo Regolamento entrato in vigore nel giugno del 2010.<br>L’ultima parte della tesi presenta un’applicazione alle imprese italiane, attraverso la raccolta di dati tratti da Annuario del Franchising on line. I dati raccolti hanno permesso considerazioni di carattere generale, grazie all’elaborazione di tabelle e grafici. Quest’analisi del mercato italiano ha permesso di sottolineare l’importanza del franchising come strategia operativa in Italia, dimostrando una presenza rilevante di franchisor stranieri a discapito di quelli italiani, dovuto soprattutto alla struttura imprenditoriale del nostro Paese.<br>
File