ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09092018-210746


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
VIGNOLI, CARLO ALBERTO
URN
etd-09092018-210746
Title
La versatilita del lembo microvascolare anterolaterale di coscia nella ricostruzione dei difetti della lingua
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Cigna, Emanuele
Parole chiave
  • microchirurgia
  • chirurgia ricostruttiva
  • chirurgia plastica
Data inizio appello
25/09/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
25/09/2021
Riassunto analitico
INTRODUZIONE: I difetti conseguenti a procedure ablative a carico della lingua rappresentano una grande sfida per i chirurghi plastici a causa della complessità anatomica e funzionale dell’organo. Le tecniche utilizzate spaziano dai lembi locali, ai lembi a distanza peduncolati, come il lembo di gran pettorale, ai lembi liberi microchirurgici, come il lembo anterolaterale di coscia e il lembo radiale dell’avambraccio.<br><br>SCOPO DELLO STUDIO: Lo scopo del seguente lavoro di tesi è quello di valutare le caratteristiche del lembo anterolaterale di coscia confrontandolo, in particolare, con il lembo radiale dell’avambraccio nella ricostruzione dei difetti della lingua.<br><br>PAZIENTI E METODI: sono stati selezionati 18 interventi di ricostruzione della lingua derivanti da chirurgia exeretica per carcinoma primitivo linguale. In 11 di essi è stato utilizzato il lembo anterolaterale di coscia (ALTF), mentre nei restanti 7 è stato utilizzato il lembo radiale dell’avambraccio (RFF). In 16 pazienti il difetto risultava da una emiglossectomia, nei restanti 2 pazienti era stata eseguita una glossectomia totale.<br><br>RISULTATI: Un paziente operato con RFF è andato incontro alla formazione di un ematoma in corrispondenza del sito ricevente ed è stato per questo sottoposto a reintervento, con sopravvivenza del lembo. Il successo globale dei lembi è stato del 100% sia per i lembi anterolaterali di coscia, sia per i lembi radiali dell’avambraccio.<br>Complicanze minori come candidosi orofaringea si sono verificate in 14 lembi su 18 e si sono risolte con terapia medica e la ripresa della deglutizione.<br>Negli ALTF è stato sempre possibile ottenere la chiusura diretta del sito donatore, al contrario nei RFF è stato sempre necessario un innesto cutaneo. <br><br>DISCUSSIONE: I lembi peduncolati come il gran pettorale sono stati utilizzati efficacemente per decenni per la ricostruzione di tratti delle vie aerodigestive e sono tutt’oggi indicati in casi selezionati. I vantaggi dell’utilizzo dei lembi peduncolati includono: la mancanza di necessità di competenze o strumentario microchirurgico e il breve tempo richiesto per prelevarli e posizionarli rispetto ai lembi liberi. Nonostante questi vantaggi sono molti i rischi e le complicanze che rendono questo tipo di ricostruzione una seconda scelta. Uno dei principali vantaggi del lembo anterolaterale di coscia rispetto al radiale dell’avambraccio è la bassa morbilità nel sito donatore; il suo utilizzo permette di evitare il sacrificio di assi vascolari maggiori e un minor rischio di esposizione di strutture nobili come tendini o nervi, a differenza del lembo radiale dell&#39;avambraccio. Un altro vantaggio è evidente nelle valutazioni da parte dei pazienti degli esiti estetici e funzionali del sito donatore, che risultavano significativamente più alte nel gruppo del lembo anterolaterale di coscia.<br><br>CONCLUSIONI: Sulla base della nostra esperienza e di un’analisi della recente letteratura è stato possibile affermare la superiorità del lembo anterolaterale di coscia in questo ambito ricostruttivo, dati i risultati equivalenti se non migliori rispetto al lembo radiale dell’avambraccio, la versatilità e plasticità del lembo e le minori complicanze riscontrate sia a livello del sito ricevente che del sito donatore.<br>
File