ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09082013-205905


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
ROTONDI, MARTA
URN
etd-09082013-205905
Title
E-learning@DspUnipi: progettazione di un corso online
Struttura
SCIENZE POLITICHE
Corso di studi
COMUNICAZIONE D'IMPRESA E POLITICA DELLE RISORSE UMANE
Supervisors
relatore Dott.ssa Bracciale, Roberta
Parole chiave
  • E-learning
  • formazione
  • Moodle
  • online
Data inizio appello
07/10/2013;
Consultabilità
Completa
Riassunto analitico
Il lavoro presentato ha come oggetto la realizzazione di un corso online, traendo ispirazione da un corso frontale, e precisamente dal corso di “Sociologia dei nuovi media” della professoressa Bracciale, corso obbligatorio del primo anno delle lauree magistrali di Comunicazione d’impresa e politica delle risorse umane (LM59) e di Sociologia e servizio sociale(LM88) del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Pisa.
Lo scopo è di dimostrare come le tecnologie, ormai inserite pienamente e totalmente all’interno della vita quotidiana, possano rappresentare un veicolo di conoscenza e sapere, rendendo più semplice l’apprendimento e più accattivante lo studio. E-learning significa, infatti, apprendimento “elettronico”, che viene attuato e trasmesso attraverso le tecnologie, eliminando i vincoli di spazio e tempo e permettendo la fruizione degli apprendimenti con maggiore autonomia da parte del discente. Ciò non significa che l’e-learning debba sostituire la formazione “faccia a faccia”, ma, allo stato attuale, esso rappresenta un supporto e un ausilio importante che integra quella tradizionale. Infatti la tipologia più applicabile attualmente è quella del blended learning, mix di formazione online e frontale.
Il progetto si articola in due parti: una teorica e una empirica.
La prima si suddivide in due capitoli.
• Il primo capitolo descrive e fornisce un quadro sociale e tecnologico all’interno del quale si inserisce l’e-learning: si parte dalla definizione, data da diversi esperti, la sua storia e trasformazioni, partendo dalla nascita della FAD (Formazione a distanza), e si arriva a esporre le nuove frontiere dell’evoluzione, attraverso l’uso delle tecnologie mobile, dei social network site e dei mondi virtuali. Un particolare focus viene dato alla situazione attuale negli Atenei italiani e gli sviluppi previsti per i corsi virtuali.
• Nel secondo capitolo vengono analizzate le caratteristiche (come la descrizione delle varie tipologie di apprendimento e la nascita di nuove figure professionali poliedriche e multifunzionali), e le criticità (dai costi relativi alla progettazione e erogazione ai sistemi di valutazione, ancora acerbi).
La seconda parte disegna le fasi della progettazione del corso vero e proprio, disponibile presso la piattaforma Moodle di Scienze Politiche (url: http://moodle.sp.unipi.it/corsi/course/view.php?id=20). Dopo l’attuazione delle classiche azioni preliminari di un corso di formazione (analisi dei fabbisogni e individuazione degli obiettivi), la realizzazione del corso ha previsto la suddivisione degli argomenti in Learning Object, unità minime, autonome e riutilizzabili, e per ognuno è stata realizzata la stesura di uno storyboard, documento guida che esplicita tutte le fasi e i contenuti, testuali e multimediali, come video, immagini e animazioni, che verranno poi erogati nel corso. Terminata la progettazione, si è passati alla realizzazione e all’erogazione online. Sono stati creati account e profili del corso sui maggiori social network (Facebook, Twitter, Youtube) e tools di approfondimento (Slideshare.it, Prezi.it) per rendere la piattaforma ancora più social e interattiva.
In conclusione, è stata creata una breve guida che descrive le fasi di progettazione e di erogazione. Essa prende spunto sia dall’esperienza vissuta sia dai consigli esposti dalle numerose guide sull’argomento, cartacee e virtuali, sperando possa essere utile a chiunque voglia provare a creare il proprio corso con l’impiego di minime risorse umane e economiche.
Grazie per l’attenzione.
File