ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09042019-184615


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
MARI, CATERINA
URN
etd-09042019-184615
Title
Utilità dell'ecografia cardio-polmonare integrata nella stratificazione prognostica dello scompenso cardiaco a frazione di eiezione ridotta e conservata.
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof. Taddei, Stefano
Parole chiave
  • frazione di eiezione ridotta e conservata
  • stratificazione prognostica
  • scompenso cardiaco
  • ecografia cardio-polmonare
Data inizio appello
24/09/2019;
Consultabilità
Secretata d'ufficio
Data di rilascio
24/09/2089
Riassunto analitico
BACKGROUND: Le linee B sono il segno ecografico della congestione polmonare e sono presenti in pazienti con scompenso cardiaco (heart failure, HF). Il loro ruolo come marker diagnostico è piuttosto consolidato, in quanto possono essere utilizzate per la diagnosi differenziale della dispnea, sia per escludere che per confermare un quadro di HF, mentre il loro valore prognostico all'ammissione è meno noto.
SCOPO: Lo scopo di questo studio è valutare il valore prognostico delle linee B all'ammissione in pazienti ricoverati nel Reparto di Cardiologia con diagnosi di HF con frazione di eiezione ridotta (HFrEF) e conservata (HFpEF).
METODI: Sono stati arruolati un totale di 310 pazienti consecutivi ricoverati (69 ±12 anni, 212 maschi) e sono stati sottoposti ad una valutazione ecocardiografica bidimensionale e Doppler accoppiata con la valutazione ecografica polmonare delle linee B, secondo protocolli standardizzati.
Il numero totale di linee B è stato ottenuto sommando il numero di linee B da 28 siti di scansione sull'emitorace anteriore e laterale destro e sinistro.
RISULTATI: Tutti i pazienti sono stati seguiti con un follow-up di 15 mesi di mediana (intervallo interquartile: 5-28) per morte e riammissione per HF; si sono verificati 79 eventi. Tra i parametri ecocardiografici standard l’escursione sistolica sul piano anulare tricuspidale (TAPSE)<17 mm, la pressione sistolica dell'arteria polmonare (PASP)>35 mmHg, il diametro inferiore della vena cava>21 mm e le linee B totali>30 erano predittori di eventi all'analisi univariata, mentre solo le linee B>30 (hazard ratio [HR] 2,14; intervallo di confidenza al 95% [CI] 1,12-4,11) e TAPSE<17 mm (HR 0,51; CI 0,30-0,90) erano predittori indipendenti all'analisi multivariata. Nell'analizzare separatamente i pazienti con HFpEF (105 pazienti, 33,9%), le linee B>30 erano l'unico predittore indipendente di eventi (HR 5,06; CI 1,91-13,44), mentre per i pazienti con HFrEF i predittori indipendenti di eventi sono risultati la frazione d’eiezione e la vena cava inferiore dilatata.
CONCLUSIONI: Le linee B sono un segno di congestione polmonare semplice, user-friendly, e disponibile al letto del paziente, che fornisce informazioni utili non solo per la diagnosi ma anche per la prognosi dei pazienti con scompenso cardiaco.
Il loro valore prognostico tra i parametri ecocardiografici standard è più forte nei pazienti con HFpEF rispetto a HFrEF.
Una valutazione ecografica cardiopolmonare integrata all’ammisione per HF offre un importante vantaggio sia per la stratificazione diagnostica che prognostica.
File