ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-09012009-162927


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
DE ANGELI, GIACOMO
URN
etd-09012009-162927
Title
Ottimizzazione aerodinamica dell'estrattore posteriore di una vettura ad elevate prestazioni
Struttura
INGEGNERIA
Corso di studi
INGEGNERIA AEROSPAZIALE
Commissione
relatore Ing. Cannizzo, Ferdinando
relatore Ing. Cardile, Enrico
relatore Prof. Lombardi, Giovanni
relatore Ing. David, Nuri
Parole chiave
  • Fluent
  • Ottimizzazione
  • CFD
Data inizio appello
13/10/2009;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
13/10/2049
Riassunto analitico
Nel presente lavoro di tesi, svolto in collaborazione con Ferrari S.p.A., si è ottimizzata aerodinamicamente la forma dell’estrattore di una vettura ad elevate prestazioni. <br>L’obiettivo di questo studio è trovare la combinazione ottimale dei parametri geometrici che definiscono la forma dell’estrattore, in modo da ottenere il minimo valore possibile dei coefficienti di portanza e resistenza.<br>Si è messa a punto una procedura automatica che per ogni ciclo di ottimizzazione non vada a modificare tutta la vettura, ma che preveda l’utilizzo di un box-diffusore come unica regione del dominio in cui aggiornare il modello CAD e la griglia di calcolo. Questo consente un notevole risparmio di tempo. <br>Data la complessità dell’estrattore di partenza, per rendere gestibile la procedura si è deciso di eseguire un’ottimizzazione per passi successivi, limitando così per ogni fase il numero di parametri.<br>In primo luogo si è ottimizzata la “vista laterale” dell’estrattore, scegliendo la configurazione migliore tra due a diversa complessità indicate da Ferrari. <br>Come secondo passo si è analizzata la “forma in pianta”. <br>Infine si è studiato l’effetto dello svergolamento delle paratie laterali.<br>Per la definizione dei modelli parametrici dell’estrattore si è adoperato il software CATIA® V5R17 della Dassault Systemes, per le operazioni di mesh si è utilizzato Gambit® mentre come solutore CFD si è scelto Fluent®, questi ultimi entrambi del gruppo Ansys.<br>L’ottimizzazione è interamente gestita dal software modeFRONTIER® 4.0 della ESTECO che riesce a interfacciare l’algoritmo di ottimizzazione con tutti gli altri software utilizzati.<br>Si è scelto come configurazione ottima quella che massimizza il carico deportante.<br>Si sono effettuate simulazioni finali, ad elevato infittimento, della configurazione ottima e di riferimento per verificare i risultati dell’ottimizzazione.<br>
File