ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08292017-184847


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
PETRUCCI, ELENA
URN
etd-08292017-184847
Title
Adipochine, citochine proinfiammatorie e marcatori biochimici nella transizione menopausale: evidenze da uno studio condotto su donne affette da Obesità e Sindrome metabolica
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Simoncini, Tommaso
Parole chiave
  • menopausa
Data inizio appello
19/09/2017;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
19/09/2020
Riassunto analitico
L’aspettativa di vita nella popolazione femminile è in crescente aumento e, nei Paesi sviluppati, raggiungerà gli 82 anni entro il 2025. Nelle popolazioni caucasiche l’età media della menopausa spontanea è stimata a 51.3 anni; le donne si trovano perciò a trascorrere un terzo della loro vita in postmenopausa. La transizione menopausale (TM) è una fase della vita femminile caratterizzata da una progressiva riduzione dei livelli estrogenici, fenomeno che è alla base della modificazione del peso corporeo e della distribuzione del tessuto adiposo, nonché del profilo lipidico e della sensibilità all’insulina. <br>L’aumento di peso e lo sviluppo di obesità, che rappresentano un comune disturbo della TM, sono associati a modificazioni deleterie nella deposizione del tessuto adiposo, con sviluppo di uno stato sub-infiammatorio cronico, caratterizzato da un’alterata secrezione di adipochine. L’alterata secrezione di queste sostanze non riflette soltanto una disfunzione del tessuto adiposo, ma contribuisce anche allo sviluppo di patologie cardiovascolari, metaboliche ed infiammatorie di cui la Sindrome metabolica (MetS) è un’espressione.<br>La Sindrome metabolica è una condizione frequentemente riscontrabile nelle donne in post-menopausa, popolazione in cui la sua prevalenza è stimata tra il 31 ed il 55%. La sua diagnosi è basata sulla presenza di parametri clinici e di laboratorio, tra cui obesità addominale, ipertensione arteriosa, iperglicemia e dislipidemia. Ciò nonostante, questi elementi sono solo sintomi e non la causa della sindrome. La sua diagnosi precoce è difficile e richiede la ricerca di nuovi elementi e biomarcatori specifici per patologie metaboliche. <br>L’obiettivo del presente studio pilota è quello di confrontare i livelli circolanti di adipochine, marcatori infiammatori e marcatori biochimici in relazione allo stato menopausale (pre, peri e postmenopausa) e alla presenza o meno di MetS. <br>In collaborazione con l’Istituto di Biomedicina della Facoltà di Medicina dell’Universitad Catolica De Santiago De Guayaquil in Ecuador, sono state arruolate 202 donne in fisiologica pre, peri e postmenopausa (età 40-69 anni). Tra le pazienti arruolate nello studio, ne sono state selezionate 80 sul cui siero è stata valutata la concentrazione dei seguenti analiti:<br>• Adipochine: adiponectina, adipsina, leptina, sLeptinR, resistina, visfatina, vaspina, omentina-1, FGF-21, FGF-23; <br>• Marcatori infiammatori: TNF-α, IL-6, Pentraxina-3, Galectina-3;<br>• Marcatori endoteliali: PAI-1, sCD40L, uPA;<br>• Marcatori angiogenetici: IL-8, angiopoietina-2, sFasL, VEGF-A, endoglina;<br>• Marcatori metabolici: insulina, glucagone, peptide-C, GIP, GLP-1, grelina, IGFBP1, PON-1.<br>Le 80 pazienti studiate sono così distribuite: premenopausa (n=28/80), perimenopausa (n=24/80) e postmenopausa (n=28/80). Esse sono state suddivise in 4 gruppi, basandosi sulla presenza o meno di Sindrome metabolica ed obesità:<br>- Senza diagnosi di MetS (n=56); <br>- Con diagnosi di MetS (n=24);<br>- Obese, con BMI≥ 30 Kg/m2 (n=20);<br>- Normopeso, con BMI&lt; 25 Kg/m2 (n=27).<br>Sono stati quindi confrontati i valori degli analiti tra le pazienti in pre, peri e postmenopausa appartenenti a ciascuno dei 4 gruppi sopraelencati. È stata poi confrontata la concentrazione dei vari analiti nelle pazienti in pre, peri e postmenopausa in relazione al loro stato metabolico (No MetS vs MetS). <br>Per quanto riguarda i risultati, innanzi tutto è stata evidenziata una maggiore concentrazione di adiponectina, vaspina, omentina-1 e adipsina ed una minore concentrazione di angiopoietina-2 nelle donne in postmenopausa, rispetto alle donne in pre e perimenopausa. È stata inoltre confermata la presenza di una correlazione tra marcatori di insulino-resistenza (peptide-C, insulina e GIP) e adipochine e la diagnosi di MetS.<br>I risultati evidenziati suggeriscono che: (1) la presenza di MetS sia responsabile della variazione di concentrazione dei marcatori di insulino-resistenza e delle adipochine e che questo sia un riflesso del danno metabolico che caratterizza questa condizione; (2) i livelli di vaspina, omentina-1, angiopoietina-2, adipsina e adiponectina correlino maggiormente con lo stato postmenopausale, piuttosto che con quello metabolico. Durante la transizione menopausale si verifica infatti un cambiamento nella secrezione di adipochine, verosimilmente a causa di modificazioni nella distribuzione e nella fisiologia del tessuto adiposo. Queste peculiari modificazioni nel pattern di secrezione di adipochine potrebbero, in conclusione, essere alla base dello sviluppo della Sindrome Metabolica e delle complicanze cardio-metaboliche associate alla menopausa.<br><br><br>
File