ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08292015-122925


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
CACIAGLI, VALERIA
URN
etd-08292015-122925
Title
Accuratezza della TC con imaging spettrale nella diagnosi di epatocarcinoma: confronto con TC convenzionale in pazienti cirrotici sottoposti a trapianto di fegato
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Prof. Bartolozzi, Carlo
Parole chiave
  • accuratezza
  • tc spettrale
  • diagnosi HCC
  • tc convenzionale
Data inizio appello
22/09/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Scopo<br>Valutare retrospettivamente la qualità e l’accuratezza nella diagnosi di epatocarcinoma (HCC) delle diverse modalità di visualizzazione (immagini policromatiche, monocromatiche a 70keV e “iodio-acqua”) ottenibili con TC a doppia energia e imaging spettrale in pazienti cirrotici sottoposti a trapianto ortotopico di fegato (TOF) e confrontare tali risultati con quelli ottenuti con TC multidetettore a singolo fascio di energia in un’analoga serie di pazienti.<br>Materiali e Metodi<br>Sono stati identificati i pazienti cirrotici sottoposti a TOF da Maggio 2012 a Dicembre 2014 meno di 120 giorni dopo esecuzione di esame TC multidettetore con apparecchiatura in grado di eseguire acquisizioni con imaging spettrale e dotato di tecnologia ASIR (Discovery CT750 HD; GE Healthcare, Wisconsin, USA). Dalle acquisizioni in imaging spettrale sono state ottenute tre serie di immagini: policromatiche a 140kVp (gruppo A), monocromatiche a 70-keV (gruppo B) e “iodio-acqua” dopo processo di decomposizione dei materiali (gruppo C). Tali serie e quelle ottenute con TC a singolo fascio (gruppo D) sono state retrospettivamente valutate da due radiologi indipendenti in termini di qualità (scala 1-5), numero di HCC (secondo criteri AASLD) e loro livello di detezione (scala 1-3). Nel contesto delle lesioni è stato calcolato il rapporti contrasto-rumore (CNR). Utilizzando come gold-standard i rilievi anatomo-patologici su fegato espiantato sono stati calcolati e confrontati sensibilità, specificità, valori predittivi e accuratezza diagnostica delle diverse serie di immagini.<br>Risultati<br>Lo studio ha incluso 164 pazienti (maschi/femmine: 132/32; età media: 52,8±7,9 anni; intervallo TC-TOF: 61,3±36,5 giorni); 96 (58,5%) pazienti sono stati studiati con tecnologia a singolo fascio e i rimanenti 68 (41,5%) con imaging spettrale. I dati clinici dei due gruppi sono risultati sovrapponibili. La DLP (dose-lenght-product) è risultata incrementata nel gruppo con imaging spettrale di circa il 30%. <br>All’esame anatomo-patologico, sono stati identificati 76 HCC in 59 pazienti (35,9%) con diametro massimo medio di 19,5 ± 10 mm (range 10-60 mm). <br>Le immagini monocromatiche sono risultate di qualità significativamente superiore (4,87±0,37) rispetto alle restanti serie di immagini (gruppo A 4,71±0,57, P=0.02; gruppo C 4,59±0,65, P&lt;.0001; gruppo D 4,61±0,58, P&lt;.0001). Il punteggio relativo alla detezione delle lesioni è risultato significativamente superiore (P&lt;0.05) per i gruppi B (2,78±0,41) e C (2,82±0,38) rispetto ai gruppo A (2,53±0,54) e D (2,54±0,50). Il CNR medio è stato significativamente più elevato per il gruppo C (4,6±2,9) rispetto ai gruppi A (2,48±1,76, P&lt;0,0001), B (3,27±1,75, P=0.002) e D (2,5±1,34, P&lt;0,0001). La concordanza inter-osservatore per la identificazione di HCC è stata da buona a ottima (k=0,70-0,87). Il gruppo C ha dimostrato la maggiore accuratezza diagnostica sia all’analisi per nodulo (AUC 0,90-0,92) che per paziente (0,91-0,96) con differenza statisticamente significativa (P&lt;0.05) in tutti i casi rispetto ai gruppi A e D e per il solo Revisore 1 rispetto al gruppo B. <br>Conclusioni<br>La DECT con imaging spettrale fornisce immagini di buona qualità, in grado di implementare la detezione delle lesioni ipervascolari epatiche, migliorando l’accuratezza nella diagnosi di HCC. In particolare, le serie “iodio-acqua” risaltano le strutture a contenuto iodico fornendo immagini con elevato CNR che incrementano la sensibilità della metodica nella diagnostica del HCC (&gt; 80%) senza inficiarne la specificità.<br><br><br><br><br><br><br><br><br>
File