ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08242011-125845


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
CIRILLO, SILVIA
URN
etd-08242011-125845
Title
Studio in vitro di nanoparticelle di oro: analisi citotossica, genotossica e potenziale cancerogeno
Struttura
SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI
Corso di studi
SCIENZE E TECNOLOGIE BIOMOLECOLARI
Commissione
relatore Prof. Migliore, Lucia
relatore Dott. Ponti, Jessica
Parole chiave
  • comet
  • micronucleo
  • nanoparticelle
Data inizio appello
29/09/2011;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
29/09/2051
Riassunto analitico
Lo scopo di questa tesi è quello di valutare gli effetti tossicologici di nanoparticelle di oro, utilizzando metodi in vitro (colture cellulari) alternativi all’ uso di test su animali.<br>Con il termine nanoparticelle si identificano, per convenzione, delle particelle formate da aggregati atomici o molecolari aventi un diametro compreso tra 1 nm e 100 nm.<br>Tali materiali hanno particolari caratteristiche chimico-fisiche che li differenziano dagli elementi chimici di cui sono formati e li rendono ottimi candidati per lo sviluppo delle nanotecnologie.<br>Le interessanti e talvolta inaspettate proprietà delle nanoparticelle sono dovute alla grande area di superficie del materiale, che prevale rispetto alla piccola massa.<br>Le particelle di oro utilizzate per questo studio hanno le dimensioni di 5 nm, 15 nm e 40 nm.<br>Gli studi in vitro sono di grande interesse scientifico poiché molte informazioni sulla tossicologia delle nanoparticelle sono frammentarie o addirittura sconosciute. Dati sperimentali ottenuti su linee cellulari che corrispondono ai diversi organi bersaglio servono a comprendere la potenziale tossicità dei nanomateriali ed il loro meccanismo d’azione per valutarne il potenziale rischio sull’uomo.<br>In questo studio abbiamo sintetizzato e caratterizzato le nanoparticelle di oro in termini di dimensione, carica superficiale e rilascio di ioni di oro in acqua e nei mezzi di coltura.<br>Inoltre abbiamo valutato gli effetti delle nanoparticelle di oro misurando la vitalità cellulare, dopo aver selezionato il test di Efficienza di Formazione di Colonie come uno dei più promettenti; il potenziale cancerogeno utilizzando il test di Trasformazione Morfologica e la genotossicità con i test del Micronucleo e della Cometa.<br>Si è avuta induzione di citotossicità dipendente dal modello cellulare utilizzato solo per le particelle di 5 nm; il potenziale cancerogeno è risultato negativo per tutte le nanoparticelle di oro testate mentre è stata osservata genotossicità per le nanoparticelle di oro di 40 nm.<br>Questi risultati sottolineano l’ importanza dello studio di diverse caratteristiche dei nanomateriali tra cui la dimensione e dell’aspetto multidisciplinare (chimica, fisica e biologia) necesario per la compresione degli effetti tossicologici dei nanomateriali.<br>
File