ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08182015-193305


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
MARCHI, GUIDO
URN
etd-08182015-193305
Title
Ruolo dell'ablazione transcatetere mediante radiofrequenza nel trattamento di cardiomiopatie indotte da battiti ectopici prematuri ventricolari ad elevata incidenza
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
relatore Dott.ssa Bongiorni, Maria Grazia
Parole chiave
  • extrasistoli
  • extrasistole
  • aritmie
Data inizio appello
22/09/2015;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Introduzione<br>Battiti ectopici prematuri ventricolari (BEV) ad elevata incidenza possono essere associati ad una forma reversibile di disfunzione ventricolare sinistra: questa cardiomiopatia è una nuova entità clinica ben definita.<br>Scopo dello studio<br>Abbiamo esaminato una potenziale relazione causale tra BEV monomorfi ad elevata incidenza e disfunzione ventricolare sinistra, così come gli effetti dell&#39;ablazione transcatetere mediante radiofrequenza sul miglioramento della funzione ventricolare sinistra in pazienti con BEV frequenti.<br>Metodologia<br>Lo studio ha incluso 43 pazienti (23 maschi, 20 donne; età media 53) dal 2012 al 2014 che presentavano BEV monomorfi, in assenza di cardiopatia strutturale, inclusi 16 pazienti (37%) con disfunzione ventricolare (frazione di eiezione &lt;55%).<br>Tutti i pazienti sono stati sottoposti ad ablazione guidata dal sistema di mappaggio elettroanatomico CARTO® 3 Sound. I pazienti sono stati valutati, prima dell&#39;ablazione e a 6 mesi di distanza da essa, tramite monitoraggio delle 24 ore sec. Holter (numero totale di BEV nelle 24h) e ecocardiogramma (valutazione della frazione di eiezione ventricolare sinistra).<br>Risultati<br>L&#39;ablazione ha avuto successo in 41 pazienti (95,4%), inclusi i 16 pazienti che presentavano disfunzione ventricolare. In questo ultimo gruppo, la frazione di eiezione è migliorata in tutti i pazienti.<br>Le caratteristiche cliniche e elettrocardiografiche erano simili in entrambi i gruppi di pazienti, con o senza disfunzione ventricolare. Un&#39;origine dei battiti ectopici nelle sezioni sinistre (efflusso ventricolare sinistro, ventricolo sinistro, cuspidi aortiche) si è dimostrata più frequentemente associata a sviluppo di cardiomiopatia indotta da BEV.<br>Conclusioni<br>Battiti ectopici prematuri ventricolari sono una causa misconosciuta e sottostimata di cardiomiopatia. L&#39;ablazione di BEV ad alta incidenza porta ad un miglioramento della funzione cardiaca nei pazienti che presentano una ridotta frazione di eiezione. In pazienti affetti da cardiomiopatia i BEV sembrano originare prevalentemente dalle sezioni ventricolari sinistre.<br> <br><br><br> <br>Background<br>Frequent premature ventricular complexes (PVCs) may be associated with a reversible form of left ventricular (LV) dysfunction: this cardiomyopathy is a new well defined clinical entity.<br>Objective<br>We examined a potential causal relationship between frequent monomorphic ventricular ectopic beats and LV disfunction as well as the effects of radiofrequency transcatheter ablation on the improvement of LV function in patients with frequent PVCs.<br>Methods<br>The study included 43 patients (23 men; 20 women; average age 53) from 2012 to 2014 with monomorphic PVCs, without structural heart disease, including 16 patients (37%) with depressed ventricular function (ejection fraction &lt;55%).<br>All patients underwent ablation guided by CARTO® 3 Sound electroanatomical mapping system. Patients were evaluated before and 6 months after ablation with 24 hour Holter monitoring (number of PVCs in 24 hrs) and echocardiogram (assessment of left ventricular ejection fraction).<br>Results<br>Successful ablation was performed in 41 patients (95,4%), including 16 patients with depressed ventricular function. In this latter group, ventricular function improved in all patients.<br>Clinical and ECG features were similar in patients with and without preserved ventricular function. Patients with depressed ventricular function were more likely characterized with PVCs originating from left heart sections (LVOT, left ventricle or aortic cusps).<br>Conclusions<br>Frequent premature ventricular complexes are an underappreciated cause of unexplained cardiomyopathy. The ablation of frequent PVCs has a beneficial effect on cardiac function in patients with reduced left ventricular ejection fraction. Patients with cardiomyopathy have PVCs which mainly seem to originate from left ventricular sections.
File