ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-08082017-135042


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
CARDINALI, GIULIA
URN
etd-08082017-135042
Title
RECLUTAMENTO E CARATTERIZZAZIONE PRELIMINARE DI UN CAMPIONE DI SOGGETTI PER LO STUDIO DELL'INTERAZIONE GENI E AMBIENTE NEL COMPORTAMENTO PROSOCIALE.
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
PSICOLOGIA CLINICA E DELLA SALUTE
Commissione
relatore Dott.ssa Pellegrini, Silvia
Parole chiave
  • comportamento prosociale
  • reclutamento
  • volontari
  • genetica comportamentale
Data inizio appello
13/09/2017;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Il lavoro di questa tesi fa parte di un progetto più ampio volto a studiare il ruolo dei geni e dell’ambiente (formazione, stile di vita, traumi subiti, ecc.) nel predisporre al comportamento prosociale. Nello specifico, il mio lavoro è consistito nella selezione di un gruppo di soggetti che operano all’interno di associazioni di volontariato ufficialmente riconosciute e di un gruppo di soggetti di controllo, senza alcuna esperienza di volontariato. L’attività di volontariato rappresenta, infatti, una forma specifica di comportamento prosociale che presuppone un impegno individuale a lungo termine. <br>Poiché l’essere altruisti è considerato uno dei motivi che favoriscono la scelta di aderire ad associazioni di volontariato e l’altruismo è stato correlato positivamente con numerosi altri fattori che motivano al volontariato stesso, ho verificato, somministrando a tutti i soggetti il questionario self-report Altruistic Personality Scale (APS), che i volontari, rispetto ai controlli, avessero livelli maggiori di altruismo e che, quindi, costituissero un campione valido per il successivo studio genetico. Ho, inoltre, valutato la presenza di differenze tra i due gruppi in merito alle esperienze traumatiche subite nel corso della vita, per vedere se l’aver subito traumi potesse predisporre alla scelta di aderire ad associazioni di volontariato e quindi al comportamento prosociale. Per valutare il numero delle esperienze traumatiche subite, la loro gravità e l’eventuale supporto emotivo ricevuto ho somministrato ai partecipanti il reattivo psicometrico Traumatic Experience Checklist (TEC).<br> I risultati ottenuti nel presente lavoro di tesi dimostrano che effettivamente i volontari sono più altruisti dei controlli, confermando la validità del campione selezionato, mentre non è stata trovata alcuna associazione significativa tra traumi subiti e comportamento prosociale, tranne un trend nel gruppo dei volontari, che però scompare dopo correzione per confronti multipli.<br>
File