ETD

Digital archive of theses discussed at the University of Pisa

 

Thesis etd-07042020-161010


Thesis type
Tesi di laurea magistrale LM6
Author
JERI, MATTEO
URN
etd-07042020-161010
Thesis title
Il capo mediale del muscolo tricipite brachiale, una nuova ipotesi ricostruttiva motoria. Studio anatomico e chirurgico.
Department
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Course of study
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Prof. Cigna, Emanuele
correlatore Prof.ssa Soldani, Paola
Keywords
  • capo mediale tricipite brachiale
  • arteria collaterale media
  • lembo libero muscolare
  • paralisi nervo faciale
Graduation session start date
20/07/2020
Availability
Withheld
Release date
20/07/2090
Summary
Di tutte le conseguenze funzionali che una paralisi faciale porta con sé, la perdita della simmetricità e della possibilità di sorridere sono quelle con il più forte impatto sulla vita dei pazienti. In effetti, che cosa è la vita senza la possibilità di esprimere agli altri l’emozione più desiderata? Per questo motivo la plastica, cioè la chirurgia della qualità della vita oltre che della funzione e della forma, deve trovare soluzioni sempre migliori ai problemi di questi pazienti.
In questa tesi si approfondiranno, attraverso la dissezione cadaverica, le conoscenze anatomiche e chirurgiche di un nuovo lembo libero, il capo mediale del muscolo tricipite brachiale (MTB).
Verrà proposta una tecnica di accesso chirurgico al comparto posteriore dei muscoli del braccio ed i passaggi per l’espianto del MTB.
Si andranno a descrivere macroscopicamente le dimensioni di questo lembo, l’origine della sua vascolarizzazione e innervazione, le caratteristiche del peduncolo neurovascolare ed il suo comportamento intramuscolare.
Dal punto di vista microscopio invece si porrà l’attenzione sulla composizione microscopica delle fibre muscolari ed il loro andamento rispetto all’asse di generazione della forza.
Infine si ipotizzerà un utilizzo nel trattamento della paralisi del nervo faciale, facendo un confronto con uno dei lembi più usati in chirurgia plastica ricostruttiva, il lembo da muscolo gracile.
File