ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07032013-153046


Thesis type
Tesi di laurea specialistica LC6
Author
DODARO, MARIA GAIA
URN
etd-07032013-153046
Title
Rilevanza del monitoraggio ecocardiografico fetale nelle gravide con anticorpi anti-SSA (Sjogren Syndrome antigen-A) per la diagnosi precoce ed il trattamento del blocco atrio-ventricolare in utero
Struttura
RICERCA TRASLAZIONALE E DELLE NUOVE TECNOLOGIE IN MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Supervisors
relatore Dott.ssa Strigini, Francesca Anna Letizia
Parole chiave
  • Nessuna parola chiave trovata
Data inizio appello
23/07/2013;
Consultabilità
Parziale
Data di rilascio
23/07/2053
Riassunto analitico
Il blocco atrioventricolare (BAV) è una manifestazione clinica del Lupus neonatale, sindrome acquisita attraverso il passaggio transplacentare degli autoanticorpi anti SSA e/o anti SSB, che è causa di morte fetale o neonatale nel 20% dei casi.
Scopo del lavoro è stato valutare la rilevanza clinica del monitoraggio ecocardiografico fetale nelle donne con anticorpi anti SSA/SSB. Sono state incluse 77 gravidanze: 71 con patologia materna e 6 dopo la diagnosi di BAV fetale. Il tempo di conduzione atrioventricolare è stato valutato come “PR meccanico”.
Su 7 casi di BAV, solo 2 sono avvenuti in feti seguiti prospetticamente.
5 feti sono stati trattati con steroidi per via transplacentare, con cardioversione dal III al II grado in 1 solo, deceduto in epoca neonatale; nei due feti sopravvissuti non si era ottenuta la cardioversione.
Manifestazioni cutanee ed ematologiche del Lupus neonatale sono comparse in 1 solo neonato, in cui era ipotizzabile una remissione spontanea del BAV in utero.
Un BAV è stato diagnosticato in uno solo di due gemelli.
In 4 gravidanze successive nelle stesse pazienti, il BAV si è ripresentato in un solo feto; delle tre gravidanze senza ricorrenza, solo una era in trattamento.
Queste osservazioni suggeriscono la necessità di individuare caratteristiche fetali, e non solo materne, che determinano la suscettibilità al BAV.
File