ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07022014-132531


Thesis type
Tesi di specializzazione (5 anni)
Author
SANTORI, DANIELE
URN
etd-07022014-132531
Title
"VALUTAZIONE DELLO STATO VITAMINICO E DEI FATTORI DI RISCHIO ASSOCIATI A IPOVITAMINOSI D IN UNA POPOLAZIONE MULTIETNICA DI MADRI E LORO NEONATI"
Struttura
MEDICINA CLINICA E SPERIMENTALE
Corso di studi
PEDIATRIA
Commissione
relatore Prof. Saggese, Giuseppe
Parole chiave
  • fattori di rischio per deficit vitamina D
  • neonato e vitamina D
  • gravidanza e vitamina D
  • vitamina D
Data inizio appello
27/07/2014;
Consultabilità
completa
Riassunto analitico
Obiettivo<br>Determinare la prevalenza di ipovitaminosi D in donne in gravidanza e nei loro neonati e esaminare i fattori associati alla carenza di vitamina D.<br>Metodi<br>- Somministrazione di un questionario a donne sane in gravidanza a termine per rilevare dati socio-demografici, abitudini culturali e alimentari, fototipo cutaneo.<br>- Assegnazione coppia madre-bambino a due gruppi: un gruppo a rischio (gruppo di studio) di donne in gravidanza con la pelle nera o che non espongono la loro pelle alla luce solare (n = 93) e un gruppo di controllo di donne in gravidanza senza fattori di rischio noti (n = 92)<br>- Determinazione di calcio, fosforo, fosfatasi alcalina, fosfatasi alcalina ossea, vitamina D e livelli di ormone paratiroideo su campione di sangue venoso sangue di cordone ombelicale e materno.<br>Risultati<br>Livelli di vitamina D erano significativamente più bassi nelle donne del gruppo di studio rispetto al gruppo di controllo: 33,0 ng / ml vs 58,9 ng / ml (p &lt;0,001).<br>Il 29% delle donne in gravidanza a rischio aveva valori &lt;20ng/ml, il 25% aveva un valore di 20-30ng/ml e solo il 46% aveva livelli sopra 30ng/ml.<br>I livelli di PTH erano nettamente superiore nel gruppo di rischio rispetto al gruppo di controllo: 48,4 vs 33,0 (p &lt;0.001).<br>La concentrazione di 25OH-VitD3 era significativamente più bassa tra i bambini nel gruppo di studio rispetto al gruppo di controllo: 29.0 ng / ml vs 44.0 ng / ml (p &lt;0.001).<br>46% dei bambini del gruppo a rischio aveva valori inferiori a 20ng/ml e solo il 38% aveva valori di protezione.<br>20 dei 27 neonati di madri con ipovitaminosi D del gruppo a rischio presentavano valori di vitamina D &lt;20ng/ml, dimostrando una forte correlazione tra i livelli materni di VITD e quelli trovati nel sangue del cordone ombelicale.<br>Conclusioni<br>I nostri dati confermano che le donne con la pelle scura e di quelli che non si espongono al sole hanno livelli di vitamina D inferiori e loro bambini sono ad alto rischio di ipovitaminosi D.<br>Una supplementazione con adeguate quantità di vitamina D durante la gravidanza è necessaria per prevenire la carenza di vitamina D neonatale. Secondo le linee guida di Endocrine Society, il fabbisogno consigliato di vitamina D per le donne in gravidanza è di 1400 UI al giorno.<br>Allo stesso tempo è importante sottolineare l&#39;utilità della somministrazione di vitamina D per tutti i bambini fin dai primi giorni di vita. L&#39;apporto minimo consigliato è di 400 UI al giorno per il primo anno.
File