ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-07022008-124801


Thesis type
Tesi di laurea specialistica
Author
BRONDINO, IGOR
URN
etd-07022008-124801
Title
POLIMORFISMO GENETICO DEL FATTORE HIF1 IN TERAPIA INTENSIVA
Struttura
MEDICINA E CHIRURGIA
Corso di studi
MEDICINA E CHIRURGIA
Commissione
Relatore Prof. Giunta, Francesco
Parole chiave
  • TERAPIA INTENSIVA
  • HIF-1
Data inizio appello
22/07/2008;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
22/07/2048
Riassunto analitico
RIASSUNTO TESI<br><br><br>L&#39;HIF 1 (hypoxia-inducible factor 1) è un fattore di trascrizione del DNA composto da due sub unità, una delle quali (HIF 1A) è regolata dall&#39;ipossia. <br>Alcuni studi hanno evidenziato che nella popolazione l&#39;HIF 1A possiede un polimorfismo genetico; in particolare, la sostituzione di due aminoacidi in posizione Cod 582 e Cod 588, potrebbe determinare un aumento dell&#39;attività trascrizionale.<br>I geni controllati da HIF 1 sono implicati nell&#39;angiogenesi, nell&#39;eritropoiesi, nel metabolismo, nella funzione vaso motoria, nella funzione proliferativa ed apoptotica. Emerge quindi quanto HIF 1 sia determinante nella risposta dell&#39;organismo agli eventi ipossici.<br>In questo studio abbiamo cercato di valutare l&#39;incidenza del polimorfismo di HIF1A nella popolazione di pazienti ricoverati in terapia intensiva e se i soggetti che risultavano polimorfici, presentassero caratteristiche peculiari rispetto al gruppo non polimorfico.<br>In particolare abbiamo valutato la mortalità correlata al SAPS3 (indice di gravità del paziente all&#39; ingresso in terapia intensiva), la presenza di patologie neoplastiche, l&#39;insorgenza di sepsi, il rapporto PaO2/FiO2 nelle prime 24 ore, il supporto ventilatorio necessario e la durata della degenza.<br>I risultati dello studio mostrano che i soggetti polimorfici per HIF 1, a parità di gravità (SAPS3), hanno una mortalità inferiore rispetto al gruppo non polimorfico, e necessitano di un supporto ventilatorio di minor durata.<br>La nostra ricerca sembra confermare quindi, anche da un punto di vista clinico, il ruolo che l&#39;HIF 1 svolge nella risposta all&#39;ipossia nei pazienti critici. Si aprono dunque interessanti prospettive per un approccio farmaco-genetico in particolarmodo nei pazienti ricoverati in terapia intensiva, una delle nuove frontiere di oggi e di domani.
File