ETD system

Electronic theses and dissertations repository

 

Tesi etd-06292018-093141


Thesis type
Tesi di laurea magistrale
Author
BECUZZI, NATASHA
URN
etd-06292018-093141
Title
La sindrome di Wendy: l'uso della favola in terapia familiare con adolescenti con DCA
Struttura
PATOLOGIA CHIRURGICA, MEDICA, MOLECOLARE E DELL'AREA CRITICA
Corso di studi
PSICOLOGIA CLINICA E DELLA SALUTE
Commissione
relatore Dott. Apicella, Fabio
Parole chiave
  • ermeneutica della favola di Peter Pan
  • favola in terapia
  • terapia sistemico-familiare
  • anoressia
  • processo di separazione-individuazione
  • psicopatologia dell' adolescenza
Data inizio appello
23/07/2018;
Consultabilità
parziale
Data di rilascio
23/07/2021
Riassunto analitico
Attraverso l’ermeneutica della favola di Peter Pan, si osserva come quest&#39; ultima possa essere utilizzata all’interno di un processo terapeutico con pre-adolescenti e adolescenti con disturbo del comportamento alimentare, riconducibile all’ansia da separazione. L&#39; attenzione non è posta sulla figura di Peter Pan, che incarna il mito cristallizzato della fanciullezza, confinato in un luogo senza spazio e senza tempo,ma la protagonista è Wendy, una pre-adolescente come molte altre, che si trova a fare i conti con la crescita, confusa dai messaggi contraddittori dei genitori. Per sfuggire a tutto questo, seguirà Peter sull’Isola che non c’è, ma una volta arrivata si renderà conto che non tutto è come si era immaginata, dovrà superare molte prove che la metteranno in pericolo, ma soprattutto si accorgerà che tornare indietro, non è facile come credeva. <br>Il tempo, in tutto questo, resta sempre a fare da sfondo: un tempo che spaventa e che porta con sé paure e cambiamenti, un tempo che sull&#39;Isola si è fermato e che ha bisogno di ripartire, proprio come le famiglie che arrivano in terapia, incastrate in un blocco evolutivo e spesso spiazzate. <br>Lo scopo della terapia, è proprio quello di restituire il tempo, lentamente ripartire, tornare nella vita reale, abbandonare l’Isola che non c’è, vincere contro Capitan Uncino e andare avanti. La storia di Wendy, mostra molte analogie con le storie di pre- adolescenti e adolescenti che trasformano ansie e conflitti del processo di separazione e individuazione, in sintomi, in modo che siano essi a ristabilire un nuovo equilibrio tra autonomia e dipendenza, in cui il controllo mantiene il ruolo centrale. <br>Proprio per questo segue un&#39; analisi di alcune terapie familiari in cui è stata utilizzata la tecnica “ Sindrome di Wendy” con ragazze con DCA. Saranno riportati i tratti rilevanti delle terapie,i passaggi salienti degli incontri e l’importanza dell’ alter-ego per analizzare tematiche difficili e e dolorose da affrontare direttamente.<br>
File